il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Tecnologia ::> Arcinazzo, grande partecipazione allo screening sull’osteoporosi organizzato dalla CRI di Piglio

Arcinazzo, grande partecipazione allo screening sull’osteoporosi organizzato dalla CRI di Piglio

  • PDF
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

ALTIPIANI DI ARCINAZZO - Gran parte della popolazione adulta e anziana è affetta dal rischio di fratture a causa di numerosi fattori, quali l'invecchiamento, le alterazioni dell'assetto ormonale, la malnutrizione e lo stile di vita sedentario. L'osteoporosi si manifesta con sempre maggiore evidenza nel corso degli anni con una perdita di massa ossea, che nelle donne avviene in maniera rilevante soprattutto nei primi anni dopo la menopausa. La diagnosi precoce è perciò una condizione essenziale. Argomento questo trattato nella seconda giornata dedicata allo screening per l' osteoporosi realizzato dalla Croce Rossa Italiana sede di Piglio in collaborazione con l'Associazione PRAMA svoltasi il 28 e 29 novembre presso la RSA (residenza sanitaria assistenziale) Giorgio Icilio Mancini sita nel territorio negli Altipiani di Arcinazzo.
«L’incontro ha riscosso un grande successo di partecipazione, -ha sottolineato il cordinatore della CRI di Piglio Paolo Ambrosetti- come accaduto a Piglio nel mese di settembre dove sono si sono sottoposti al controllo MOC circa 150 cittadini di Piglio. Anche in questa occasione gli accoglienti locali delle RSA, hanno accolto 140 cittadini provenienti dai comuni di Piglio, Filettino,Trevi nel Lazio, Altipiani di Arcinazzo, Affile ed Arcinazzo Romano hanno usufruito dello screening. Il dottor Domenico Castellitto insieme alla Dr.ssa Antonella Cappelletti e al tecnico Romeo Cappelletti hanno esaminato i referti è consigliato ulteriori accertamenti a chi fosse stato riscontrato un valore un valore superiore a quelli di tolleranza».
Questa iniziativa segue altre iniziative già svolte sempre presso la RSA Icilio Giorgio Mancini dalla Croce Rossa Italiana sede di Piglio in collaborazione con altre Associazioni come la Fondazione Italiana Cuore e Circolazione diretta dal prof Fedele e patrocinate dai Sindaci dei comuni limitrofi agli Altipiani di Arcinazzo. Significativa la partecipazione dei Sindaci che si dividono il territorio degli Altipiani di Arcinazzo, il Sindaco di Piglio Mario Felli, quello di Trevi Nel Lazio Pierfilippo Schina e di Arcinazzo Romano Giacomo Troja.
«La loro presenza -commenta Ambrosetti- è altamente significativa non solo per l'importanza del tema discusso, ma anche sottolineando quanto sia importante sul territorio la presenza di una struttura sanitaria efficiente e valida, in un momento in cui la nostra sanità è in crisi».

Nella foto, da sx Paolo Ambrosetti, il Sindaco Mario Felli e il dott. Domenico Castellitto

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito