il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Tecnologia ::> Acuto, appaltati i lavori di ristrutturazione della Scuola dell’Infanzia coi fondi del Decreto del Fare

Acuto, appaltati i lavori di ristrutturazione della Scuola dell’Infanzia coi fondi del Decreto del Fare

  • PDF
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

ACUTO - Sono stati appaltati nei giorni scorsi i lavori di ristrutturazione e messa in sicurezza dell’edificio della Scuola dell’Infanzia di Acuto.
Il progetto  prevede un primo importante intervento di riqualificazione di questo edificio, con lavori esterni ed interni, il rifacimento e la manutenzione delle coperture e del tetto, il rifacimento delle facciate e relativa tinteggiatura, l’adeguamento degli impianti, il rifacimento di parte delle pavimentazioni e parte degli infissi, la sistemazione delle aree esterne.

I lavori inizieranno a breve ed in questa fase, fino alla chiusura dell’anno scolastico, riguarderanno solo le opere esterne, al fine di consentire la prosecuzione  dell’attività  scolastica. Da giugno si procederà alla ristrutturazione  interna con l’intento di ultimare i lavori prima dell’inizio del prossimo anno scolastico.
L’opera è stata finanziata dal Ministro della Pubblica Istruzione con Decreto n° 906 del 5/11/2013 nell’ambito degli stanziamenti del cosiddetto “Decreto del Fare”.

«Esprimiamo grande soddisfazione per l’acquisizione di questo contributo che ci consentirà di realizzare un primo importante intervento volto a restituire decoro e sicurezza all’edificio della Scuola dell’Infanzia», commenta il sindaco Augusto Agostini, che prosegue: «È inoltre motivo di ulteriore soddisfazione per l’Amministrazione la circostanza che solo 7 Comuni della provincia di Frosinone e solo 41 dell’intera Regione Lazio sono riusciti, insieme ad Acuto, a rientrare in questi finanziamenti statali. Una ulteriore conferma  della capacità progettuale dell’Amministrazione che in questi 5 anni, nonostante le note ristrettezze finanziarie del momento, ha acquisito molteplici finanziamenti dalla Regione, dallo Stato e dalla Comunità Europea, per la realizzazione di importanti interventi di miglioramento  infrastrutturale del Paese».

Ultimo aggiornamento Martedì 18 Marzo 2014 09:32

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

Articoli più letti questo mese

Articoli più letti questa settimana

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito