il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Tecnologia ::> Piglio, il segretario UILP Lucidi: «Fondamentale istituire il registro dei tumori»

Piglio, il segretario UILP Lucidi: «Fondamentale istituire il registro dei tumori»

  • PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

PIGLIO - Con un comunicato inviato ai Sindaci dei Comuni appartenenti al Distretto Socio Sanitario A, il segretario provinciale Uilp zona nord Emilio Lucidi, sollecita presso gli stessi Comuni, l'istituzione del registro dei tumori. «Li chiamano PCB ( policlorobifenili) sostanze chimiche prodotte deliberatamente tramite processi industriali -si legge nel comunicato- sono sostanze inquinanti rilevate in quantità preoccupante nei terreni dei paesi vicini tanto da imporre alla ASL il controllo della situazione. Le associazioni ambientaliste, l'ordine dei medici per voce del dott.Cristofari invitano le istituzioni a far presto, a tenere alta la guardia!
Il rischio sanitario è rilevante, c'è già chi sta studiando il perché di tante forme tumorali, anche infantili, nella valle del sacco. Non è per fare allarmismo ma quanto contribuiscono a peggiorare la situazione delle discariche abusive, lo smaltimento illecito dei rifiuti speciali o pericolosi, lo sversamento dei rifiuti industriali nei canali e fiumi...,le depurazioni non a norma delle acque. Quanto possono incidere la cancellazione della prevenzione e cura a causa dello svilimento della struttura ospedaliera di Anagni! La responsabilità istituzionale dei Sindaci a difesa della sicurezza e salute dei cittadini, sia impegno alla realizzazione di campagne per la prevenzione e la bonifica di aree sospette accomunate dai casi di patologie simili. Avere una esatta statistica dei casi, è quanto di più utile a prevenire, pianificare gli interventi di bonifica. Per questo la Uilp chiede ai Sindaci l'istituzione del Registro dei tumori in sintonia con i Paesi del distretto A e la Asl».
«Il Registro -sottolinea Lucidi- sarebbe un fondamentale archivio medico per studiare e valutare le informazioni cliniche, permetterebbe di avanzare collegamenti tra le malattie, la struttura genetica del paziente, i fattori esterni causanti. Lo stesso Comune poi, grazie a questo progetto, offrirebbe ai cittadini, grazie alle notizie raccolte, la realizzazione di campagne per la prevenzione e tutela della persona, e l’eventuale bonifica di aree sospette accomunate da casi di patologie simili».

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

Articoli più letti questo mese

Articoli più letti questa settimana

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito