il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Tecnologia ::> Regione Lazio, due bandi per i talenti: 2,5 milioni di euro per i giovani e le attività culturali

Regione Lazio, due bandi per i talenti: 2,5 milioni di euro per i giovani e le attività culturali

  • PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

ROMA - Due bandi per far uscire allo scoperto una nuova leva di talenti e promuovere le buone idee. Con questi obiettivi la Regione Lazio stanzia 2,5 milioni di euro per incoraggiare l’iniziativa dei giovani del Lazio. A presentare le modalità di accesso ai fondi, cofinanziati dal dipartimento della Gioventù della presidenza del Consiglio, è stata oggi l'assessore regionale alla Cultura, Lidia Ravera, nel corso di una conferenza stampa.
Il Bando delle idee prevede oltre 800mila euro  per le associazioni giovanili che abbiano la maggior parte dei componenti degli organi direttivi al di sotto dei 35 anni. Il bando intende promuovere idee creative e innovative, nonché lo sviluppo di competenze di tipo professionale formali e non formali nel campo della cultura, delle arti, del tempo libero, della vita associativa, per favorire l’integrazione, l’aggregazione e la solidarietà, sostenendo le relazioni intergenerazionali, le pari opportunità e la diffusione della cultura della legalità. Fra gli obiettivi del bando rientra anche la creazione di occasioni concrete per contrastare alcune delle emergenze più drammatiche che affliggono la vita dei giovani, come i risvolti duri della precarietà e la difficoltà per le giovani donne di partecipare a pieno alla vita sociale ed economica, senza dimenticare l’urgenza di contrastare la violenza di genere sul nascere. Tutte le associazioni giovanili devono poter avere il giusto tempo per elaborare dei bei progetti, perché vincano le buone idee e non prevalga l’abilità nel districarsi fra la burocrazia. Per questo, il Bando delle idee – che è in via di pubblicazione – rimarrà aperto fino al 7 gennaio 2014.
Il Bando delle Officine dell’arte e dei mestieri prevede circa 1milione 600mila euro per dare nuovo impulso alla vivace rete di luoghi che offrono ai giovani del Lazio opportunità di sperimentazione delle arti, di incontro, crescita, formazione formale e non formale, scambio, condivisione dei saperi. Le Officine sono luoghi dove i giovani possono mettere alla prova la loro creatività nei  campi  delle  produzioni  multimediali,  dell’arte  e  dell’artigianato  tradizionale,  rinnovando  antichi mestieri, recuperando tradizioni e risorse locali, ponendo le basi per dar vita ad attività imprenditoriali e per incentivare la diffusione e la condivisione della cultura. I Comuni del Lazio o più Comuni aggregati fra loro potranno partecipare a questo bando presentando spazi idonei secondo le indicazioni fornite, dove realizzare nuove Officine delle Arti e dei Mestieri. I Comuni potranno proporre strutture pubbliche in buone condizioni strutturali,  o  da  riqualificare,  nonché  spazi  da  riorganizzare  e  valorizzare.  
I  vincitori  inviteranno  tramite selezione pubblica le associazioni giovanili locali a presentare progetti per la gestione delle Officine opportunamente attrezzate. Le associazioni giovanili che avranno presentato i migliori progetti guideranno le Officine per avviarne le attività. Il Bando delle Officine dell’arte e dei Mestieri verrà pubblicato nell’arco delle prossime settimane e rimarrà aperto per 90 giorni dalla data di pubblicazione.
Per informazioni e chiarimenti è disponibile il numero verde 800 280 320 oppure l’indirizzo email areapolitichegiovanili@regione.lazio.it oppure il portale http://www.regione.lazio.it/rl_giovani/

«I bandi- ha detto l’assessore alla Cultura e alle Politiche giovanili, Lidia Ravera- premiano l'imprenditoria giovanile, i nostri talenti e le buone idee. Per ora non sono molti soldi, ma la nostra scelta è di dare poco a tanti invece che tanto a pochi, per innervare di iniziative tutta la regione. Non sono grandi cifre ma è un inizio, ed è importante che i giovani sentano che c'è qualcuno che pensa  a loro ed è sensibile alle loro indicazioni, finanziando le start up dell'imprenditoria giovanile.
Tutti ne parlano ma nessuno li sta a sentire- ha aggiunto- il pianto sulla gioventù è una specie di rituale. Nessuno allunga una mano, noi vogliamo sostenerli, perché poi i ragazzi camminano con le loro gambe senza alcuna logica assistenziale. Li si aiuta per un anno, due, massimo tre. Qui in Italia è difficile cominciare, e per questo i giovani se ne vanno».
Per informazioni e chiarimenti è disponibile il numero verde 800.280.320 oppure l'indirizzo email areapolitichegiovanili@regione.lazio.it oppure il portale http://www.regione.lazio.it/rl_giovani/.
La presentazione dei bandi sarà accompagnata da due giornate 'open day' in cui l'assessore Ravera e la direzione regionale incontreranno tutti gli interessati per due tavoli tecnici dedicati all'illustrazione dei contenuti e modalità di presentazione delle domande.
L’appuntamento è per martedì 26 novembre (ore 15, sala Tirreno), con tutte le associazioni giovanili alle quali è rivolto il Bando delle idee; mercoledì 11 dicembre (ore 15, sala Tirreno) sono convocati tutti i Comuni della regione ai quali è rivolto il Bando delle officine.

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

Articoli più letti questo mese

Articoli più letti questa settimana

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito