il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Tecnologia ::> Colleferro, rottura a un pozzo: acqua a singhiozzo

Colleferro, rottura a un pozzo: acqua a singhiozzo

  • PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

COLLEFERRO - La Rete per la Tutela della Valle del Sacco denuncia l’estendersi dei disservizi nell’erogazione idrica anche al Comune di Colleferro. In una nota diffusa in mattinata spiega: «Puntualmente con la fine dell’estate arrivano i guai per l'acquedotto gestito da G6Retegas: da martedì scorso 11 settembre  in moltissime case di Colleferro l'acqua arriva  a singhiozzo o per nulla per delle ore.
Da informazioni telefoniche ottenute dall'Ufficio Tecnico del comune, il disservizio è stato causato dalla rottura della pompa del pozzo 5bis. Ciò ha determinato un abbassamento di pressione che ha generato la mancanza di acqua soprattutto nelle zone alte della città. Nelle case, oltre al problema della mancanza di acqua, si rilevano anche ingenti quantità di terriccio e sabbia quando l'acqua torna ad uscire dal rubinetto, evento che spesso provoca il blocco delle caldaie e la rottura di lavatrici e lavastoviglie. Un altro segnale della fatiscenza del nostro acquedotto.
Al di là della gravità del fatto in sé, la cosa che ci lascia sempre più interdetti è l'assoluta mancanza di informazione alla cittadinanza sia da parte dell'amministrazione che del gestore: nessun manifesto né nota sul sito del comune.
Né tantomeno forniture di acqua con autobotti per sopperire ai disagi generati.
Solo i telefoni dell'Ufficio Tecnico comunale e della Polizia Municipale in ebollizione per la valanga di richiesta di spiegazioni da parte di cittadini esasperati.
Abbiamo ricevuto la conferma che il guasto sarà riparato in emergenza a breve ma che per un lavoro definitivo occorreranno ancora dei giorni, si spera entro la fine della settimana.
E per l'ennesima volta non riusciamo a capire  perché  i cittadini di Colleferro debbano pagare un gestore che si dimostra sollecito solo nella riscossione delle bollette e che non affronta la benché minima spesa di manutenzione per l'acquedotto che gestisce.

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

Articoli più letti questo mese

Articoli più letti questa settimana

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito