il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Politica ::> Trevi Nel Lazio, Grazioli ottiene un ottimo risultato che avvicina di molto al dimezzamento del disavanzo

Trevi Nel Lazio, Grazioli ottiene un ottimo risultato che avvicina di molto al dimezzamento del disavanzo

alt TREVI NEL LAZIO - Invece di esprimere ufficialmente il nome del proprio candidato a Sindaco e di incominciare a parlare di progetti e di un programma concreto di iniziative a cui voler dar vita per il territorio, a Trevi vi è un’opposizione che sta navigando a vista, e che da un’immagine svanita di se stessa , di chi poco ha da dire in modo concreto, ma che ha tanto di cui sparlare. Se questi sono i presupposti di un’ipotetica maggioranza amministrativa allora, c’è molto da dubitare in termini di capacità gestionale. Non si comprende la motivazione per cui il  gruppo di opposizione  non riesce a decidere di dare fiducia al consigliere di minoranza Pietro Bianchini, che giustamente rivendica il suo ruolo di leader dopo 5 anni di opposizione consiliare. A meno di tre mesi dalle amministrative ed a 59 giorni dalla presentazione delle liste, l'unica cosa certa è che il gruppo di minoranza, vive in uno stato confusionale da cui appunto  non si riesce ad esprimere il candidato a Sindaco.

A differenza nella giornata odierna   dalla casa comunale, viene data una notizia di grande valenza, che evidenzia una capacità amministrativa di spessore, sotto la guida del Sindaco Silvio Grazioli.

“La Giunta Comunale con delibera n.40 del 23-06-2020 –si legge nel comunicato dalla sede comunale- ha approvato la richiesta di liquidità ex art. 115 Co.1 D.L. 19 maggio 2020 n. 34 per attivare la procedura, prevista per aiutare i Comuni, a seguito della crisi originata dal Covid. A differenza delle precedenti anticipazioni di liquidità previste nel 2013 per il pagamento delle imprese nel 2014/15 per il pagamento dei residui di dubbia esigibilità, rispetto a tale procedura vi è un limite di spesa di 6,5 miliardi, da ripartirsi tra le richieste degli 8 mila Comuni italiani.

Il Comune di Trevi Nel Lazio, ha richiesto la somma di circa 600 mila euro. La procedura sarà ultimata dal Ministero entro il mese di luglio. Sicuramente il numero delle domande sarà alto, però c’è la probabile aspettativa che venga finanziata una parte della richiesta effettuata, almeno fino al 50%; tale finanziamento consentirà al Comune nel rendiconto 2020 di ridurre di circa 300 mila euro il disavanzo, che unito al Piano Pluriennale di riequilibrio, consentirà una riduzione di circa 500 mila euro, e questo , insieme al risultato conseguito per l’anno 2019 di 258 mila euro, consentirebbe di avvicinarci al dimezzamento del disavanzo riconosciuto nell’agosto del 2019.

E’ visibile a tutti la straordinarietà del risultato conseguito in meno di un anno da parte dell’attuale Amministrazione, cosa inimmaginabile nell’agosto del 2019. Questo testimonia ancor di più la capacità, la correttezza e la coerenza delle scelte e dell’azione amministrativa messe in campo per raggiungere un risultato di straordinaria importanza dal punto di vista finanziario”.

Dunque un risultato importante questo, che marca la buona amministrazione condotta in questi 5 anni di gestione Grazioli, fatta appunto di concretezza, coerenza e rispetto, elementi molto apprezzati dalla comunità trebana.

 

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

Leggi anche:

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito