il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Politica ::> Vallepietra, Dall'opposizione un chiaro invito:"Pietrangeli dimettiti per il bene di Vallepietra"

Vallepietra, Dall'opposizione un chiaro invito:"Pietrangeli dimettiti per il bene di Vallepietra"

altVALLEPIETRA - "Pietrangeli dimettiti per il bene di Vallepietra" è con questo animo che i tre consiglieri del gruppo di opposizione “Vallepietra in Comune” composta da : Flavio De Santis (capogruppo) , Vincenzo Correggia e Fabiana De Santis; chiedono al Sindaco Pierluigi Pietrangeli le dimissioni immediate ed improrogabili ed invitano i consiglieri di maggioranza ad un’attenta riflessione dell’attuale situazione politica ed economica, in modo da adottare gli opportuni provvedimenti per una rapida risoluzione, rimettendo alla volontà sovrana dei cittadini, la giusta scelta politica secondo gli stessi per tornare nuovamente a credere in un futuro possibile e sostenibile per Vallepietra. “L’attuale amministrazione, -commenta il gruppo di opposizione- può essere classificata come la peggiore gestione dal dopoguerra ad oggi, oltre al netto distacco tra cittadini e amministratori, c’è disomogeneità anche all’interno della maggioranza, dove l’uno non sa dell’altro e la mano destra non sa quello che fa la sinistra. Questo è stato il risultato di una scelta azzardata ed improvvisata, chiaro esempio che resterà come monito per le future scelte politiche, nelle quali, in uno scenario come quello di oggi, che non permette sconti a nessuno, non può essere tollerato di essere il banco di prova di principianti, che attraverso una combine elettorale sta amministrando un comune come il nostro, che nonostante l’esiguità degli elettori, ha un gran patrimonio da valorizzare". I consiglieri di minoranza, fanno un'attenta analisi di questi 2 anni di gestione Pietrangeli, evidenziando il declino che il paese ha avuto in questo arco tempo. "Da un punto di vista di attività politico -amministrative la componente di maggioranza guidata dal Sindaco Pietrangeli è risultata del tutto deludente - affermano i consiglieri di opposizione- sotto gli occhi di tutti, e del tutto ignorate le proposte inoltrate legate all'igiene urbana, all'aggiornamento di regolamenti e di opportunità di ritorno economico tra le quali la valorizzazione del patrimonio boschivo.

Sempre più deludente l'aspetto sociale vera nota dolente di tutta la vicenda venutasi a creare, ad onor del vero, a seguito di una indiscutibile vittoria elettorale, non ha seguito lo stesso successo della direzione politica, che ha mostrato evidente inidoneità ad amministrare la cosa pubblica (basti pensare che ad oggi in due anni non si è riuscito ad attivare un solo finanziamento degno di tale nome, su 113 riunioni di giunta in alcune delle quali si sono prese importanti decisioni economiche si è osservata l’assenza dell’Assessore al bilancio e commercio nonché Vice-Sindaco - 40 riunioni-, le continue segnalazioni di atti di dileggio al comune agire politico che hanno visto sempre supinamente proni i consiglieri comunali di maggioranza nonostante la loro chiamata in causa in merito ai segnalati dileggi). Tale scompenso, ha creato un forte stato di imbarazzo generale che pone la maggioranza dei cittadini in una situazione di enorme disagio e frastornazione, verso una prevista situazione di stallo politico largamente profetizzata da parte del gruppo politico “Vallepietra in Comune”. In merito a tale situazione, il Gruppo Consiliare "Vallepietra in Comune" invita calorosamente tutti i cittadini a tornare a vivere il paese, vero attore perpetuo, contro una diatriba politica fatta di circostanze, richiama a gran voce il rimettere, da parte di ognuno, il pensiero negativo alle spalle, proferendo al contrario un sentimento di stima e collaborazione reciproca, unica soluzione per prospettare un futuro sereno alla Nostra Vallepietra. Il bene di Vallepietra -concludono i consiglieri di minoranza- è l’unica leva che dovrebbe smuovere un sano progetto politico, mettendo da parte le ormai storiche questioni locali, legate ad antipatie e vecchi rancori, il Nostro Territorio ha tutte le carte in regola per ripartire e solo scelte opportune, sviluppate con il giusto sentimento di speranza, possono donare, l'unica garanzia esistenziale".




Ultimo aggiornamento Sabato 09 Luglio 2016 06:53

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito