il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Politica ::> Piglio, approvati due importanti regolamenti comunali, Felli: «Coinivolgere cittadini per migliorare il paese»

Piglio, approvati due importanti regolamenti comunali, Felli: «Coinivolgere cittadini per migliorare il paese»

PIGLIO - Il Comune di Piglio, si è dotato di due importanti regolamenti approvati nell'ultima seduta consiliare: il «Regolamento per il volontariato civico» e un «Regolamento sulla collaborazione tra cittadini e amministrazione per la cura e la rigenerazione dei beni comuni urbani».
«Il primo -ha commentato il Sindaco Mario Felli- è uno strumento operativo che va a regolamentare il volontariato del singolo cittadino, individuando requisiti, ambiti di impiego, diritti e doveri del volontario, con l'obiettivo di andare a rafforzare sempre più i legami basati sul senso di solidarietà punto di forza della comunità pigliese. Questo regolamento si è reso necessario vista la volontà di più cittadini o gruppi di collaborare attivamente con l'amministrazione. Il contatto quotidiano con i cittadini, infatti, mi ha più volte confermato la disponibilità di tante persone a mettersi a disposizione per mansioni di pubblica utilità. E sono certo che le adesioni che raccoglieremo saranno numerose. Una ricchezza che aumenta per la nostra comunità, perchè una comunità che conta sull'impegno volontario è più ricca».  
In un momento di grave crisi economica il regolamento dei volontari va inteso anche come opportunità per evitare il rischio emarginazione dato che offre l'occasione di rendersi e sentirsi utili come parte attiva della comunità, una funzione comune che riguarda anche il secondo regolamento, quello sulla collaborazione tra cittadini e amministrazione per la cura e la rigenerazione dei beni comuni urbani.
«L’obiettivo che si intende perseguire –continua Felli– è quello di favorire un coinvolgimento e partecipazione attiva dei cittadini nell’azione amministrativa delle istituzioni per evitare la pericolosa perdita del senso di appartenenza di questi ultimi al territorio. I cittadini dovranno essere una preziosa risorsa per la soluzione dei problemi di interesse generale e dovranno assumere il ruolo di cittadini attivi ed alleati dell’amministrazione pubblica. Per questo motivo il regolamento prevede dei “patti di collaborazione” stipulati tra amministrazione e cittadini attivi, grazie ai quali questi ultimi potranno assumere la responsabilità della cura e della rigenerazione di spazi pubblici, come un giardino, una piazza, un edificio abbandonato, un parco, una via, un immobile storico, una scuola, per poterli usare e farli divenire luoghi in cui svolgere attività ricreative, artistiche, di intrattenimento ed aggregazione giovanile. Per favorire queste forme di attività sociali l’Amministrazione sarà chiamata ad attivare diverse forme di sostegno ai cittadini attivi attraverso esenzioni e rimborsi e mettendo a disposizione materiali necessari e consulenze tecniche appropriate».

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito