il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Politica ::> Fiuggi, il consigliere Baccarini chiede l’intervento del Prefetto per la mancata convocazione del Consiglio

Fiuggi, il consigliere Baccarini chiede l’intervento del Prefetto per la mancata convocazione del Consiglio

FIUGGI - Come anticipato nei giorni scorsi, dal consigliere di minoranza della «Rivoluzioniamo Fiuggi» Alioska Baccarini,è stata inoltrata una missiva al Prefetto di Frosinone chiedendo il suo intervento, per l’omissione da parte del Sindaco di Fiuggi Fabrizio Martini per la mancata convocazione del consiglio comunale in forma straordinaria come indicato dall’art. 39 comma 2 TUEL.

«In data 24 settembre, è stata formalizzata dai consiglieri di minoranza (Francesca Terrinoni, Nicola Della Morte, Alioska Baccarini e Alessandro Minotti) –afferma Alioska Baccarini- la richiesta di convocazione straordinaria del Consiglio Comunale, pertanto l’Assise  doveva essere convocata entro e non oltre il 14 ottobre scorso, ma ad oggi nulla. I temi di cui alla precedente richiesta di convocazione di consiglio comunale da parte della minoranza (rimasta colposamente inevasa) rivestono carattere di eccezionale urgenza ed importanza per il futuro della cittadina termale e l'omessa convocazione della massima Assise Comunale è evidentemente non più procrastinabile».
I temi portati all’attenzione della minoranza riguardano: riconoscimento debiti fuori bilancio (Cotral, Eredi Filetici); richiesta d’informare dettagliatamente il Consiglio Comunale sulla situazione della partecipata ATF (in relazione alla cassa integrazione, stato dei conti, vendita bottiglie ect.); presa d’atto relazione ed accertamento dei responsabili di servizio sull’esistenza di ulteriori debiti fuori bilancio eventualmente emessi negli esercizi 2014/2015; il grave e preoccupante stato di crisi del Comune di Fiuggi.
«In relazione alla partecipata ATF –continua Baccarini- c’è altresì da rilevare che ad oggi ATF non ha mai effettuato alcuna rendicontazione in ordine alla gestione dei rami industriale e termale, ne approvato il piano di razionalizzazione delle partecipate, che doveva essere espletato entro lo scorso 30 marzo. Sottolineando il comportamento omissivo e dilatorio del Sindaco di Fiuggi e del Presidente del Consiglio Comunale –conclude Baccarini- chiedo un intervento autorevole del Prefetto». 

Ultimo aggiornamento Martedì 20 Ottobre 2015 09:21

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito