il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Politica ::> Fiuggi, protesta del consigliere Baccarini per mancata convocazione del Consiglio: «Martini viola regole democratiche»

Fiuggi, protesta del consigliere Baccarini per mancata convocazione del Consiglio: «Martini viola regole democratiche»

FIUGGI - «Saremo costretti a rivolgerci al Prefetto per chiedere di intervenire sull’Amministrazione Comunale di Fiuggi affinché la legalità e la trasparenza siano ripristinate e si consenta ai consiglieri di adempiere al loro ruolo». Esordisce così in una nota il consigliere di minoranza Alioska Baccarini, in attesa di risposte per la richiesta presentata per convocare una seduta straordinaria.  
«Il 24 settembre scorso infatti, -continua Baccarini-  abbiamo depositato la richiesta di un consiglio ad hoc sulle partecipate e sui debiti fuori bilancio, che si sarebbe dovuto celebrare entro il 14 Ottobre, così come previsto dell'art. 39, comma 2, del D.Lgs 267/2000 e art 28 dello statuto del comune. Da allora tuttavia non sono pervenute novità da parte del presidente del Consiglio Comunale, né si è tenuta alcuna Conferenza dei Capigruppo.
La mancata convocazione del consiglio comunale straordinario richiesto dalla "Rivoluzioniamo Fiuggi" è certamente un ulteriore grave atto ma ancor più grave e' dover constatare la perdita del ruolo fondamentale di "garante" del Presidente del Consiglio. Sicuramente vi è' assoluta mancanza di autonomia anche di tale importante  figura istituzionale ma dubbi al riguardo erano già emersi quando in sede di approvazione di bilancio la medesima non aveva fatto riferimento ad un importante documento del revisore dei conti, anche a lei indirizzato: estremamente probabile che neppure le sia stato fornito!  Emerge pertanto la necessità di procedere alla richiesta formale al Prefetto, in modo da consentire di dar luogo agli adempimenti di legge.
Sicuramente Martini non sa che rispondere, o non vuole come suo solito rispondere. Abbiamo chiesto infatti piena e totale trasparenza sui conti di ATF come da seguente odg:  
1  - Situazione generale e totale dell’Azienda Partecipata ATF SpA. e del  Convention Bureau
2 - Debiti fuori bilancio 2015/2015,
oltreché una serie di interrogazioni sui lavori iniziati e interrotti, un resoconto analitico dell’utilizzo corretto dei contributi rigidamente vincolati incassati dal comune per dell’accordo di programma delle Terme e del palazzo dei congressi etc. Siamo inoltre in paziente attesa che venga convocato un consiglio per il piano di razionalizzazione delle partecipate che ricordo doveva essere approvato entro il 30 marzo. Purtroppo  la "finta" democrazia di Martini, che ha vissuto fino ad ora delle sue inutili e assurde promesse, sta morendo dei propri fallimenti senza un progetto politico ed economico. 
Emerge ormai chiara nei cittadini una stanchezza e una voglia crescente di «mandarli tutti a casa».  
«Abbiamo chiesto chiarezza su tutto -continua Baccarini-,  proprio perché è impensabile che mentre ci sono sempre più cittadini disoccupati,  in cassa integrazione e mentre continuano a chiudere le  aziende, il Comune di Fiuggi e l’ATF si devono far carico di lauti stipendi del Sindaco degli assessori nonché dei dirigenti delle partecipate si da continuare a generare debiti su debiti. È opportuno e inderogabile che i cittadini e, prima di tutto i consiglieri comunali non solo di minoranza ma anche  quelli di maggioranza, conoscano gli effettivi  conti  dell’azienda ATF e del Comune  nel "dettaglio", per fare chiarezza definitiva sull'oscuro e non decifrabile futuro di questa città».

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

Articoli più letti questo mese

Articoli più letti questa settimana

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito