il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Politica ::> Piglio, Felli interviene sul nodo del direttivo provinciale: «Un nuovo PD che sia espressione del territorio»

Piglio, Felli interviene sul nodo del direttivo provinciale: «Un nuovo PD che sia espressione del territorio»

PIGLIO - «Una segreteria più operativa che, superando divisioni e contrapposizioni, rilanci l’azione del Partito Democratico sul territorio», così Mario Felli Sindaco di Piglio interviene sulla questione che in quest’ultimo periodo si sta affrontando circa la nomina del nuovo direttivo provinciale del PD. «L’esigenza del territorio - continua Felli - è che il Pd riesca a delineare un’immagine più incisiva, che riesca a costruire spazi di dialogo con le parti sociali, i giovani, la società e tutto il territorio della nostra provincia. La segreteria dei Democratici non deve essere più luogo di mediazione e tatticismi, ma luogo di elaborazione di idee e progettualità, un punto di riferimento vicino e di ausilio delle Amministrazioni locali, un ponte tra la popolazione e le istituzioni e viceversa. La dinamicità della segreteria, deve essere misurata  dalla sua efficienza ed efficacia nell'intervenire ed affrontare le varie problematiche territoriali, questa è la segreteria provinciale del PD che vogliamo.
È importante rappresentare al meglio una concezione aperta e plurale di partito
-sottolinea Felli- che unisca rinnovamento ed esperienza, per rafforzare un Pd provinciale, che dia da subito valore al territorio a partire dal ruolo dei circoli e degli iscritti. Non credo a questi tatticismi, agli interessi e falsi disinteressi di alcuni, credo piuttosto alla necessità che un’intera provincia esprime, cioè quella di avere figure valide che al meglio riescano a rappresentare le grandi problematiche che da tempo ci stiamo trascinando. Questo è l’importante compito che deve sfociare dal Pd a tutela dell’intera provincia. Se l’obiettivo è questo ed è comune, il risultato sarà altamente valido ed incisivo, altrimenti ci troveremo ancora una volta, sperduti ed isolati nelle nostre diatribe locali, che non fanno che altro che nuocere agli iscritti, che perdono fiducia nell’immagine di un partito che a livello provinciale molto può fare e dare. Quindi l’auspicio è che si giochi a carte scoperte, che ci sia trasparenza, e volontà di costruire, anzi di ricostruire un punto di riferimento più forte e comunicativo per la nostra Provincia, perché in questo momento c’è più che mai bisogno di punti fermi e stimolanti».
Il Primo Cittadino di Piglio, non si sbilancia nel fare nomi di un probabile segretario.«C’è da vincere un’importante sfida, -conclude- ridare vitalità al Pd sull’intera provincia, democraticamente si discute e ci si confronta, stiamo parlando di un territorio, e della sua comunità, quindi la nomina di un segretario e di un direttivo deve incastrarsi perfettamente nel profilo di dinamicità e cambiamento che la nostra Provincia chiede o meglio che ha diritto di avere».

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito