il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Politica ::> Trevi nel Lazio, rigettato il ricorso della minoranza, niente incompatibilità per Salvatori e Paris

Trevi nel Lazio, rigettato il ricorso della minoranza, niente incompatibilità per Salvatori e Paris

TREVI NEL LAZIO - Nella prima seduta consiliare a Trevi Nel Lazio del 13 giugno scorso, all'indomani della vittoria dell'attuale Amministrazione guidata dall'avv. Silvio Grazioli, i consiglieri di minoranza della lista «A testa alta Trevi e Altipiani» Pietro Salvatori e Antonio Calabrò,  presentarono una  richiesta d'Incompatibilità per il neo Vice Sindaco Pietro Salvatori (omonimo del consigliere di minoranza) e per il consigliere di maggioranza Luciano Paris, motivando tale richiesta, in quanto secondo gli stessi, la causa d'incompatibilità era legata alla pendenza di liti giudiziali degli stessi in qualità di amministratori nella passata legislatura Grazioli. Durante la seduta consiliare, il Sindaco Grazioli rigettò tale richiesta evidenziando chiaramente le disposizioni del Tuel in materia. Non soddisfatti i consiglieri di minoranza, insieme agli altri membri non eletti della lista, depositarono il 22 giugno scorso un ricorso presso il Tribunale di Frosinone, e proprio nella giornata di ieri (lunedì 28 settembre) è stata comunicata l'ordinanza decisa.
Il tribunale ha rigettato il ricorso, condannando i due consiglieri di minoranza e gli altri membri della lista, a rifondere alla controparte le spese del  giudizio che ha liquidato in € 3000 oltre IVA e rimborso spese generali.
«Siamo soddisfatti dell'esito della vicenda -ha commentato il Sindaco Silvio Grazioli- il Tribunale ha confermato quanto già era stato detto durante la seduta consiliare e come riportato nell'art. 63 com. 7 del Tuel, ma che a quanto pare non era ancora chiaro per i consiglieri di minoranza, che magari ora avranno compreso. L'incompatibilità derivante dalla pendenza di una lite non si applica agli Amministratori, ove la stessa si riferisca ad un fatto connesso con l'esercizio del mandato».

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito