il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Politica ::> Fiuggi Unita replica duramente alle accuse sul possibile ingresso di privati nella gestione delle Terme

Fiuggi Unita replica duramente alle accuse sul possibile ingresso di privati nella gestione delle Terme

FIUGGI - La lista «Fiuggi Unita» replica con una dura nota del sindaco Fabrizio Martini in merito alla vicenda dell’assegnazione delle Terme: «Continua la serie interminabile dei bluff della lista "Imbrogliamo Fiuggi" che con perversa fantasia ha ordito una trama pseudo giallistica nel suo ultimo volantino. Infatti ha riportato stralci di documenti ufficiali omettendo parti significative e creando volutamente confusione. Ha riprodotto un passo di un verbale della Commissione Consiliare sul Turismo di un anno fa in cui il Revisore dei Conti del Comune giudicava impraticabile l' ingresso di ATF nella società di privati che gestivano le Terme. I proprietari di tale società, ora fallita, avevano infatti chiesto al Comune di sostenere la loro azione debitoria. Il Revisore in quella sede precisò che ATF e quindi il Comune non potevano accollarsi i debiti dei privati ma disse anche che era possibile la restituzione del ramo d'azienda ad ATF. Proprio questo ha fatto ATF con l'avallo del Consiglio Comunale quando ha presentato istanza al giudice fallimentare per ottenere la restituzione di Terme e Golf.
Poi per rendere credibile la loro debole trama hanno riprodotto due lettere con manifestazioni di interesse al ramo d'azienda, inviate sempre al Curatore quando già era stato concluso l'iter per la restituzione.
Queste lettere che valgono meno del volantino su cui sono state pubblicate, poiché non contengono nessun impegno vincolante da parte delle società interessate, sono arrivate fuori tempo massimo e quindi non meritavano alcuna valutazione da parte del Tribunale. La priorità dell'Amministrazione,  secondo buon senso e secondo legge, é stata quella di garantire la continuità aziendale e far ripartire le Terme e il campo di Golf . Questa esigenza è stata condivisa totalmente dalla Curatrice e quindi dal Tribunale.
Giocare sulle date e dare ad intendere che il Tribunale abbia ignorato o sottovalutato delle offerte realmente consistenti e magari anche vantaggiose per la Curatela, significa mettere in dubbio la capacità dei magistrati e del Curatore, quando invece si é riscontrato l'esatto contrario e soprattutto grande responsabilità davanti ad un'intera comunità cittadina.
Purtroppo questa é la campagna ridicola e denigratoria di chi non ha proposte ed agisce unicamente su mandato del proprio protettore politico, il Senatore Francesco Scalia. Il Senatore evidentemente ossessionato dalla reintroduzione delle preferenze per le prossime elezioni politiche cerca di collocare i suoi pretoriani in ogni comune seleziondoli unicamente sulla base della fedeltà dimostrata e di consolidati vincoli di collaborazione, nel caso di Minotti finalizzata allo sperpero di risorse pubbliche.
Questa logica feudale é quanto di più anacronistico si possa oggi rilevare sullo scenario nazionale, anche nel suo stesso partito capace invece di cambiare e rinnovarsi. Logica dannosa per lo sviluppo dei territori perché esclude qualunque criterio meritocratico e non tiene conto delle reali e concrete esigenze dei cittadini, mantenendo solo interessi delle lobby che sprecano denaro pubblico, come già accaduto per l'Aeroporto di Frosinone.
La città di Fiuggi prende atto di questo affronto e se ne ricorderà a tempo debito».

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito