il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Politica ::> Roma, il senatore PD Francesco Scalia relatore sul DL banche popolari e investimenti

Roma, il senatore PD Francesco Scalia relatore sul DL banche popolari e investimenti

ROMA - «Il provvedimento si inserisce in un quadro di oggettivi fattori di ripresa economica europea e di piccoli, ma importanti, segnali positivi dell'economia e dell'andamento dell'occupazione italiani a cui dare ulteriore impulso per tornare a crescere in maniera stabile e sostenibile». Lo dichiara il senatore del Partito Democratico, Francesco Scalia, relatore sul disegno di legge di conversione del decreto sul sistema bancario e per gli investimenti che questa mattina è stato incardinato nell'aula del Senato. «In queste settimane l'attenzione dell'opinione pubblica si è concentrata solo su una parte del provvedimento, quella relativa al sistema bancario, in particolare delle banche popolari, ma vi è una altra parte che introduce nel sistema Paese misure importanti per favorire gli investimenti nell'innovazione, il credito all'esportazione e la patrimonializzazione e ristrutturazione di imprese in crisi».
Se da una parte per rafforzare il sistema bancario e adeguarlo alla disciplina europea, si innova il settore delle banche popolari distinguendole in due categorie: quelle con meno di 8 miliardi di attivo, che preservano la loro vocazione territoriale, quelle con più di 8 miliardi, che entro 18 mesi dovranno trasformarsi in SPA, dall'altra parte, quella meno discussa ma altrettanto importante, si introducono misure tese a favorire, con il sostegno finanziario e la semplificazione, le imprese che fanno innovazione oltre ad accompagnare fuori dalla crisi imprese che mantengono prospettive industriali e di mercato. Il provvedimento infatti disciplina la figura delle «piccole e medie imprese innovative», imprese cui vengono estese le stesse agevolazioni, incentivi e semplificazioni riservate alle Start-UP innovative. Ciò amplia sensibilmente la platea di quelle realtà che sono unanimemente considerate il perno di una concreta strategia per costruire il futuro, fondata sulla valorizzazione del talento, soprattutto delle giovani generazioni.
Il sostegno non è quindi solo alla nascita, ma al continuo sviluppo di imprese che investono nell'innovazione. Inoltre, il decreto promuove l'istituzione di una Società per azioni per il sostegno e riequilibrio della struttura finanziaria e patrimoniale di imprese in crisi, ma che mantengono adeguate prospettive industriali e di mercato. Tale provvedimento- conclude Scalia- ha, quindi, come ragion d'essere la missione che dall'inizio di questa legislatura, di questo Governo, il Partito Democratico ha ben chiara: far ripartire il Paese e metterlo in condizioni di vincere le sfide dell'innovazione e dello sviluppo».

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito