il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Politica ::> Comune di Anagni in cattedra a Trevignano: Felli presenta il «Regolamento per il Bene Comune»

Comune di Anagni in cattedra a Trevignano: Felli presenta il «Regolamento per il Bene Comune»

ANAGNI - Lo sorso sabato presso il Cinema Palma di Trevignano Romano si è svolto il  convegno sul tema «Amministrazione Condivisa». Si tratta di un progetto mostra un’estrema concretezza, con i fatti che l’alleanza tra cittadini e istituzioni è non solo auspicabile, ma anche possibile. Esempio ne è stato il Comune di Anagni, primo nel Lazio ad aver approvato il Regolamento comunale sulla collaborazione tra cittadini e amministrazione per la cura e la rigenerazione dei beni comuni urbani. A Trevignano Romano, il Presidente del Consiglio Comunale di Anagni l'avv. Giuseppe Felli, che insieme al prof. Gregorio Arena (Presidente di LABSUS - Laboratorio per la Sussidiarietà ideatore  del progetto) è intervenuto per illustrare agli Amministratori del braccianese presenti (Bracciano, Anguillara Sabazia e Trevignano Romano) l'importanza di questo strumento che unisce ed avvicina il cittadino all'Amministrazione per il bene comune. Molto apprezzato l'intervento del Presidente del Consiglio Felli, che ha indicato l'importanza del progetto, e l'esperienza del Comune di Anagni, che si è posto l'obiettivo di rendere più forte ed allo stesso tempo più coinvolgente il rapporto tra il cittadino e l'Ente, nel vivere insieme la quotidianità della città.
«Amministrare le città in maniera intelligente vuol dire farlo insieme ai cittadini -ha esordito nel suo intervento l'avv. Felli- un rapporto nuovo dove i cittadini non sono solo i portatori di bisogni,  sulla base dei quali programmare interventi di sviluppo dell’ambito urbano, ma anche e soprattutto portatori di competenze, capacità e risorse, preziose da mettere a disposizione per migliorare la qualità della vita dell’intera comunità. Un progetto che dunque si concretizza con un regolamento, che disegna una città percepita come bene comune di tutti, che diventa dunque più accogliente, più sostenibile e soprattutto più forte,  in grado di contrastare le povertà in favore di un welfare dello sviluppo delle capacità di ognuno che, a diverso titolo e con diversi gradi di responsabilità può e deve, attraverso percorsi partecipativi e regolati, riappropriarsi del senso di appartenenza alla propria comunità. Il regolamento si ispira a valori fondamentali quali la fiducia reciproca, la pubblicità e la trasparenza e prevederà forme di collaborazione e interventi di cura nei confronti dei beni comuni, la gestione condivisa di spazi pubblici, la sviluppo dell’innovazione sociale, quella della creatività urbana e una particolare attenzione per l’innovazione digitale. Far crescere i  legami relazionali virtuosi per il benessere della comunità è il motore che ridà vitalità ad una comunità».
Al tavolo dei lavori anche  Paola Lucci (Assessore all’Ambiente del Comune di Bracciano), Enrico Stronati (Assessore all’Ambiente del Comune di Anguillara Sabazia), Maria Rosaria Botti (Assessore all’Istruzione del Comune di Anguillara Sabazia), Costantino Del Savio (Vicesindaco e Assessore al Turismo del Comune di Trevignano Romano).

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito