il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Politica ::> Anagni, Felli a Trevignano per illustrare a Comuni del Braccianese «Regolamento Collaborazione con cittadini»

Anagni, Felli a Trevignano per illustrare a Comuni del Braccianese «Regolamento Collaborazione con cittadini»

ANAGNI - La città è un bene comune: piazze, parchi, giardini,  immobili pubblici, ma anche progetti, informazioni, reti e conoscenze, un patrimonio da valorizzare e condividere, in una stretta collaborazione tra Comune e cittadini. Un metodo di lavoro e di governo, per arrivare ad azioni partecipate e concrete sulla città. Con quest'obiettivo, il Comune di Anagni approvando in seduta consiliare all'unanimità il Regolamento «sulla collaborazione tra cittadini e Amministrazione per la cura e la rigenerazione dei beni comuni urbani» è diventato il primo Comune del Lazio ad adottare questa nuova formula per il bene comune.  Il Presidente del Consiglio Comunale di Anagni Giuseppe Felli ha seguito l'intero iter di approvazione, e domani (sabato 21 febbraio) rappresenterà la Città dei Papi, nel Comune di Trevignano Romano nel braccianese, in un incontro con i vari Sindaci del territorio (Anguillara, Bracciano, Trevignano Romano) per illustrare questo nuovo strumento amministrativo.
«La cornice entro la quale si colloca questo regolamento  - dichiara Felli - fa propri una serie di valori e principi che riconoscono le politiche sociali attive come forza strategica per lo sviluppo della comunità e della città stessa. È un metodo di lavoro già adottato in alcune realtà particolarmente attente ai temi della partecipazione e condivisione, come il Comune di Bologna,  che ha dato risultati tangibili nella responsabilizzazione, nel riuso degli spazi cittadini, nella coniugazione della priorità con le scarse risorse pubbliche a disposizione.  È proprio dalla condivisione delle responsabilità reciproche che nascono legami comunitari capaci di agire per il benessere e per la qualità della vita di tutti. Il Comune di Anagni, ha visto da subito la grande opportunità che questo regolamento offre, e lo ha fatto proprio divenendo il primo Comune del Lazio ad adottarlo ed oggi è un onore presentarlo a Trevignano Romano, per condividerlo con altri Enti, in quanto rappresenta un cambiamento sostanziale nella modalità di regolazione dei rapporti tra cittadini e Amministrazione.
Il Comune di Anagni crede fortemente in questo progetto, perché siamo convinti che dall’incontro produttivo tra una pluralità di soggetti sociali interessati e l’Amministrazione stessa possa scaturire un dialogo di qualità, costruttivo, fondato sul riconoscimento reciproco e in grado di attivare la partecipazione attiva dei cittadini che, diventando attori, sulla base del principio di sussidiarietà, siano capaci di realizzare azioni di governo dei beni comuni. Il messaggio che darò a Trevignano Romano sarà basato sull'immagine di una città percepita come bene comune di tutti, che con questo regolamento diventa dunque più accogliente, più sostenibile e soprattutto più forte,  in grado di contrastare le povertà in favore di un welfare dello sviluppo delle capacità di ognuno che, a diverso titolo e con diversi gradi di responsabilità può e deve, attraverso percorsi partecipativi e regolati, riappropriarsi del senso di appartenenza alla propria comunità».

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito