il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Politica ::> Piglio, approvata la nuova procedura per cessazione degli effetti civili del matrimoni, tra i primi comuni

Piglio, approvata la nuova procedura per cessazione degli effetti civili del matrimoni, tra i primi comuni

PIGLIO - Ultima seduta consiliare dell'anno, quella svoltasi giovedì nella sala consiliare di Piglio, durante la quale sono stati presentati da parte dei capigruppo Mauro Federici (maggioranza) e Roberto Neccia (minoranza) i membri delle commissioni consiliari. È stato poi approvate  le procedure per la "Separazione consensuale, richiesta congiunta  di  scioglimento  o  di cessazione degli effetti  civili  del  matrimonio  e  modifica  delle condizioni di separazione o di divorzio innanzi  all'ufficiale  dello stato civile, punto che fa di Piglio uno dei primi comuni in Italia ad approvare questa procedura.

«Si tratta -ha commentato il sindaco Mario Felli- della possibilità che due coniugi si separino in Comune, di fronte all’ufficiale di stato civile, un procedimento che nasce dalla recente riforma in materia di giustizia civile, che ha rafforzato una serie di procedure alternative al giudice per la risoluzione delle controversie. Alcune delle principali novità introdotte riguardano appunto separazioni e divorzi. Il costo sarà di € 16,00.  Oltre alla negoziazione assistita da avvocati, estesa a separazioni e divorzi, il provvedimento ha fissato ulteriori semplificazioni: i coniugi, purchè senza figli minori o portatori di handicap, possono comparire innanzi all’ufficiale di stato civile del Comune per concludere un accordo di separazione, di scioglimento del matrimonio, di cessazione degli effetti civili o di modifica delle condizioni di separazione o di divorzio. L’assistenza dei legali non è obbligatoria. L'accordo non può contenere atti con cui si dispone il trasferimento di diritti patrimoniali. Allo scopo di promuovere una maggiore riflessione sulle decisioni, è previsto un doppio passaggio dinanzi al sindaco in qualità di ufficiale di Stato civile, a distanza di 30 giorni».
In ultimo è stata rinnovata con il Comune di Trevi Nel Lazio la convenzione per i servizi legati all'ufficio ragioneria ed ufficio tecnico fino ad aprile 2015. «La nostra intenzione come più volte ribadito -ha continuato il Sindaco- è di avere soprattutto la piena e completa presenza del tecnico comunale qui a Piglio, in questo caso abbiamo accolto una richiesta fatta dal Sindaco di Trevi, il cui mandato scadrà il prossimo anno a maggio, perchè si troverebbe in forte disagio se ora concludessimo questo rapporto. Nel frattempo stiamo studiando alternative su altre convenzioni».
Tutti i punti sono stati votati ad unanimità.


Ultimo aggiornamento Mercoledì 24 Dicembre 2014 08:04

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito