il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Politica ::> Anagni, primo comune nel Lazio a presentare il regolamento sulla collaborazione tra cittadini e amministrazione

Anagni, primo comune nel Lazio a presentare il regolamento sulla collaborazione tra cittadini e amministrazione

altANAGNI - «Una vera Lectio Magistralis» così il Presidente del Consiglio comunale di Anagni Giuseppe Felli, ha definito l'intervento del prof. Gregorio Arena, di diritto amministrativo all’Università di Trento,  esternato sabato mattina all'interno della Sala della Ragione del Comune di Anagni durante il convegno "Regolamento sulla collaborazione tra cittadini e amministrazione per la cura e la rigenerazione dei beni comuni urbani".

Il Comune di Anagni facendo proprio questo regolamento, già attuato in altri centri importanti d'Italia con grande successo, quale il Comune di Bologna, diventa il primo Comune nel Lazio a concretizzarlo. «Questo regolamento -ha sottolineato Felli- serve a coinvolgere i tanti Cittaini che lo vogliono fare, ad occuparsi della propria città attraverso una forma virtuosa di responsabilizzazione, in tal modo integrando quelli che sono gli standard manutentivi che l'Ente deve in ogni caso garantire, ma allo stesso tempo realizzando l'obiettivo di migliorare la vivibilità e la qualità degli spazi urbani e che in questo modo i cittadini possono sentir ancor più loro». Certo che in uno scenario così disgregato politicamente come quello italiano, poteva sembrare quasi di parlare di cose impossibili, ma il prof.Arena, che gira l'Italia promuovendo questo regolamento in tante città e scuole, ha fatto comprendere al meglio l'utilità e l'importanza di questo strumento, particolarmente ora per le Pubbliche Amministrazioni. «In realtà -ha sottolineato Arena- mi pare che proprio che lo scenario disgregato favorisca l'aggregazione del cittadino. E comunque esistono già esperienze di questa natura, come la raccolta differenziata dei rifiuti. C'è l'amministrazione che ci mette l'organizzazione e la filiera che ne consegue, ma c'è una realtà, quella dei cittadini, che ci mette tempo e attenzione. Ma gli ambiti di cittadinanza attiva sono svariati, si va dalla manutenzione del verde, all'insegnamento del pc agli anziani, dai giochi pubblici, ad altri servizi civici. Il Comune in questo caso ci mette la formazione e una assicurazione. Lo chiama 'servizio volontario' ma di fatto è un'attuazione concreta del principio di sussidiarietà quindi la collaborazione si può fare, ci vuole intelligenza da parte di amministratori. Il cittadino dunque vuole sentirsi protagonista della sua città, mettendo a disposizione le sue capacità che un'Amministrazione aperta può accogliere valorizzandole, con un obiettivo di comune interesse, appunto il bene comune, che può essere il recupero di una fontana, come di un'area verde ect. Allo stesso tempo un regolamento di tal genere, rinvigorisce il legame tra l'istituzione ed il Cittadino, lo coinvolge e lo rende partecipe di una linfa del proprio paese. Parliamo di cittadino, ma è un concetto che si estende ad associazioni, scuole, chiunque che abbia interesse e voglia di collaborare, di essere alleato della gestione della città». Il Sindaco di Anagni Fausto Bassetta, si è detto entusiasta di questo nuovo regolamento, che delinea ancora di più al meglio l'idea di una Anagni nuova, vicina al cittadino, che punta al suo rilancio partendo proprio dalle sue eccellenze , che sono i cittadini con la loro voglia di fare e di partecipare per il bene comune. Presente tra il pubblico anche il Sindaco di Piglio Mario Felli, , che ha espresso il suo plauso all'iniziativa dell'Amministrazione anagnina.

Ultimo aggiornamento Domenica 14 Dicembre 2014 15:42

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito