il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Politica ::> Acuto, «In Comune» apre Sportello dell'Acqua: «Come agire rispetto alle esose richieste di Acea»

Acuto, «In Comune» apre Sportello dell'Acqua: «Come agire rispetto alle esose richieste di Acea»

ACUTO - Qualche settimana fa il gruppo «InComune» del Comune di Acuto ha organizzato un’iniziativa sull’acqua al fine di comunicare e fornire ai cittadini gli strumenti per capire e tutelarsi a seguito dell’invio delle bollette per il terzo trimestre da parte di Acea Ato5 e delle problematiche di natura tariffaria legate al conguaglio anni 2006-2011 ed alla richiesta da parte del gestore del deposito cauzionale in bolletta. Si moltiplicano infatti sul territorio provinciale le iniziative e gli incontri del Coordinamento per l’Acqua che a seguito delle esose richieste del gestore cercano di spiegare ai cittadini i motivi di questi improvvisi aumenti in bolletta e come comportarsi di conseguenza. A tal proposito il gruppo InComune ha ritenuto assolutamente necessario incontrare i cittadini.
Alla nostra iniziativa è intervenuto Severo Lutrario della Unione Sindacati di Base, nonché portavoce del Coordinamento Acqua Pubblica di Frosinone che ha spiegato con estrema chiarezza il quadro dei diritti dei cittadini e dei doveri di Acea che Acea non rispetta e soprattutto la collusione delle amministrazioni che fino ad oggi hanno avallato la politica del Gestore privato.
Molti sindaci infatti, compreso il nostro, continuano a confermare gli aumenti che Acea propone senza adoperarsi a tutela dei cittadini ma piuttosto pronti a giustificare Acea e se stessi, come ha fatto il Sindaco Augusto Agostini in occasione dell’ultimo Consiglio Comunale, nel quale ha dichiarato di aver votato a favore degli aumenti perché altrimenti per i cittadini sarebbe andata peggio.
Giustificazione assolutamente falsa, perché per quanto riguarda le bollette di conguaglio che sono arrivate negli ultimi mesi se i sindaci che hanno votato favorevolmente, avessero davvero voluto salvaguardare i cittadini avrebbero potuto chiedere al TAR la sospensiva del pagamento delle bollette, in quanto non corrispondenti al servizio erogato e quindi illegittime rispetto al contratto iniziale; inoltre avrebbero anche potuto opporsi al fatto che Acea non investe come dovrebbe e adempie solo in parte agli obblighi per i quali è stata già pagata per intero dalle bollette dei cittadini.
Noi siamo indignati rispetto all’indifferenza che l’amministrazione acutina ha dimostrato e dimostra riguardo ad un tema importante come l’Acqua Pubblica, siamo indignati rispetto al sostegno che l’amministrazione acutina continua a dare ad Acea a discapito dei cittadini, siamo indignati rispetto alla superficialità con la quale l’amministrazione acutina tratta una problema che va ad incidere sull’economia famigliare già gravemente compromessa dalla pesante crisi economica che stiamo vivendo.
E vedere all’interno del piano triennale delle opere pubbliche del Comune di Acuto la volontà dell’amministrazione di realizzare un pozzo di captazione per l’acqua i cui costi di gestione saranno accollati ad Acea che inevitabilmente scaricherà sui cittadini, ci indigna ancora di più, perché ci da il polso di un’amministrazione incapace di risolvere i problemi primari dei cittadini.
Non solo, dimostra anche di prenderli in giro i cittadini, aprendo uno sportello della Adiconsum per eventuali ricorsi anche nei confronti di Acea quando proprio il nostro Sindaco è l’autore del voto determinante degli aumenti di Acea stessa. Siamo oltre ogni decenza. Sarebbe bastato che il Sindaco avesse votato contro, a quest’ora sarebbe Acea a dover corrrere per cercare le soluzioni migliori per tutti.
L’amministrazione acutina va sempre più assomigliando all’orchestra del Titanic che continuava a suonare mentre la nave affondava, organizzano feste e gite e dimenticano di risolvere le sofferenze della gente, l’impossibilità di andare avanti, la criticità di un momento economico tra i più disastrosi che la storia recente ricordi dal dopo la guerra ad oggi.

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito