il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Politica ::> Provinciali di Frosinone, è caos; il segretario PD Lazio Melilli scrive a Costanzo: «Prevalga ragionevolezza»

Provinciali di Frosinone, è caos; il segretario PD Lazio Melilli scrive a Costanzo: «Prevalga ragionevolezza»

FROSINONE - Continua la battaglia di posizione interna al PD in vista delle prossime elezioni provinciali, con la dura replica del senatore PD Francesco Scalia alle affermazioni di ieri di Francesco De Angelis, il quale aveva dichiarato che chi non si riconosceva nella scelta di Gianfranco Schietroma doveva considerarsi «fuori dal PD». Nei giorni scorsi l'esponente del Partito Socialista aveva manifestato la propria disponibilità a ricoprire il ruolo di candidato unitario della sinistra.
Scalia ha ribattuto con una breve nota nella quale illustra il suo punto di vista sulla questione: «Non può essere una direzione provinciale costruita a tavolino per completare un congresso provinciale di fatto annullato, per l'annullamento dell'intero tesseramento 2013 e di più della metà delle assemblee di circolo, a decidere chi è dentro è chi è fuori dal PD. Nè un organismo di tal fatta può costringere i sindaci ed i consiglieri democratici della provincia a non votare un sindaco del PD e a votare, invece, il vice coordinatore del PSI in alleanza con Forza Italia.
Nè infine può impedire ad una parte del partito che ha dimostrato in ogni competizione elettorale di essere addirittura maggioritaria in Provincia di esprimere le proprie candidature nella lista del PD.
Il candidato presidente non è collegato per la legge Delrio a nessuna lista di partito. Tale collegamento non può essere artificialmente imposto e la lista del PD la deve compilare l'intero partito e non una sua sola parte».
Insomma: una pre-campagna elettorale in cui a prevalere sono le spaccature interne ai partiti sul confronto interpartitico alla vigilia di una elezione che vedrà impegnati solo i rappresentanti.
In questo clima infuocato il segretario del PD Lazio, Fabio Melilli, ha inviato una lettera la segretario provinciale Simone Costanzo nella quale invita a «un sussulto di ragionevolezza», e fa riflettere sul fatto che «a Frosinone si sta correndo il rischio di una sconfitta politica del PD che nessun risultato elettorale potrà lenire».





Lettera del Segretario del PD Lazio Fabio Melilli al Segretario del PD di Frosinone Simone Costanzo

Caro Segretario,

come sai seguo le vicende del PD di Frosinone ormai da giorni.
Ho cercato, in ogni modo, di far ragionare tutti ed ho provato, a quanto pare invano, a spiegare che si sta in un partito cercando sempre di far prevalere le ragioni dell'unita' alle divisioni.
In occasione del congresso regionale del PD pensavo di aver dato un contributo importante alla ricerca dell'unita' ma vedo che quel percorso e' stato drasticamente interrotto.
Debbo constatare purtroppo che si e' deciso di far prevalere lo scontro, dividendosi fino a prefigurare una competizione elettorale su fronti contrapposti.
Per quanto mi riguarda rispettero' e faro' rispettare le nostre regole interne ed in questo quadro consegno a te, in qualita' di rappresentante del PD di Frosinone, la delega per l'utilizzazione del simbolo del nostro partito che e' patrimonio di tutta la comunita' dei democratici.
Il segretario regionale ha pero' il dovere di ricordare a tutti che a Frosinone si sta correndo il rischio di una sconfitta politica del PD che nessun risultato elettorale potra' lenire.
Voglio sperare che un sussulto di ragionevolezza possa ancora consentire di restituire alle elezioni provinciali il significato di una competizione tra amministratori che deve avere al centro di più gli interessi delle comunita' locali e meno  le vicende interne del nostro partito.
Per questo faccio appello a tutti a recuperare la saggezza e l'umilta' necessarie a superare divisioni che rischiano di lasciare cicatrici profonde per lungo tempo.

Cordialmente,
Fabio Melilli

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito