il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Politica ::> PalaFiuggi, il Consiglio di Stato accoglie il ricorso del Comune. A breve il via ai lavori del centro congressi

PalaFiuggi, il Consiglio di Stato accoglie il ricorso del Comune. A breve il via ai lavori del centro congressi

altFIUGGI - "Continua la settimana positiva per il Comune di Fiuggi: dopo l’ordinanza che accoglie l’istanza di sequestro giudiziario delle Terme presentata dalla controllata Atf, il Consiglio di Stato, con ordinanza del 27/08/2014, ha accolto il ricorso del Comune di Fiuggi, assistito dagli avvocati Massimo Frontoni e Gianluca Luzi, respingendo l’ordinanza cautelare del T.A.R. LAZIO – SEZ. STACCATA DI LATINA: SEZION I n. 00178/2014 concernente l’affidamento della progettazione esecutiva ed esecuzione dei lavori relativi alla realizzazione della struttura congressuale polivalente.

Arriva al rush finale l’iter che porterà all’avvio dei lavori per la costruzione del tanto atteso Palacongressi. Già dalla prossima settimana verrà stipulato il contratto con la ditta aggiudicataria C.L.C. Soc. Cooperativa Di Livorno e saranno chiuse le ultime procedure prima dell’allestimento del cantiere.

Un risultato straordinario, frutto dell'impegno dell'Amministrazione Comunale che, pur avendo ereditato l'Ente sull'orlo del dissesto finanziario, ha pazientemente avviato un'opera di risanamento dei conti, recuperando anche il finanziamento regionale di € 4.500.000,00 destinato all'opera, che il Comune aveva perso a causa dell'incapacità della precedente amministrazione guidata dall'allora Sindaco Virginio Bonanni.

Peraltro il nuovo progetto risulta notevolmente migliorato rispetto al precedente con un aumento della capienza che lo ha reso più adatto alle necessità della città.

L’Assessore ai lavori pubblici Tullio Ambrosi commenta con soddisfazione la notizia: “Finalmente la città avrà il tanto agognato PalaFiuggi, assolutamente necessario a rilanciare il turismo congressuale attraverso l’azione propulsiva del Convention Bureau destinato a diventare il vero motore del rilancio turistico della città. Sono rammaricato per il tempo perso a causa di ostacoli di natura politica e burocratica che negli anni hanno messo a serio rischio la realizzazione di questa infrastruttura.

Mi auguro peraltro che la legge intervenga seriamente a semplificare le procedure sanzionando duramente le iniziative di chi come nel nostro caso, le utilizza in maniera pretestuosa e dannosi per l’economia della comunità”.

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito