il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Politica ::> Acuto, Bellucci replica alla D’Ascenzi: «La capogruppo sta isolando il consigliere PD: ingenuità oppure rancorosa ottusità politica?»

Acuto, Bellucci replica alla D’Ascenzi: «La capogruppo sta isolando il consigliere PD: ingenuità oppure rancorosa ottusità politica?»

ACUTO - Dopo l’ennesima presa di posizione della capogruppo di «In Comune», Tamara D’Ascenzi, in merito alla questione della elezione dei rappresentanti del Comune di Acuto presso la XII Comunità Montana arriva la replica del consigliere PD Achille Bellucci, rispetto al quale D’Ascenzi ha esplicitamente manifestato sospetti di «accordi trasversali» con la maggioranza già durante la campagna elettorale.
In una nota il consigliere Bellucci replica: «Nasce il dubbio che in consiglio comunale, chi dovrebbe guidare il gruppo di opposizione, Tamara D'Ascenzi, non abbia in realtà l'adeguata “patente”. L'attuale paradosso sta nel fatto che il gruppo di minoranza, anziché individuare i punti deboli dell'attuale amministrazione, con il fine di migliorarne gli effetti a vantaggio dei cittadini, fa polemica con uno dei suoi membri.
Di recente, infatti, la D'Ascenzi ha scritto ai consiglieri di maggioranza ed al sindaco nella vana ricerca di una spiegazione del perché il compagno di opposizione Achille Bellucci, sia stato riconfermato presso la XII Comunità Montana, mantenendo così la presidenza.
Addirittura arriva a ipotizzare che vi potrebbe essere stata una segreta alleanza tra Bellucci candidato come lei nella lista «In comune», con la lista avversaria.
Non è chiaro se una così folle ipotesi possa essere scaturita dalla florida immaginazione della D'Ascenzi oppure le è stata indotta da qualche non troppo occulto suggeritore.
Per misurare il contributo di Achille Bellucci alla lista “In comune” sarebbe sufficiente osservare le preferenze ricevute, che superano di molto il 20%.
Piuttosto, se proprio si vuole dare una spiegazione alla sconfitta elettorale della lista “In Comune” perché non si cerca di analizzare l'eventuale apporto di quel “valore aggiunto” che avrebbe dovuto rappresentare la candidatura a sindaco della D'Ascenzi?
Inoltre, non è un segreto che lo scontro tra le due componenti avenuto in occasione delle primarie si sia trascinato anche durante la campagna elettorale fornendo così l'impressione della disomogeneità della lista “In comune”.
L'antico detto: “sbagliare è umano, perseverare è diabolico” si adatta perfettamente al caso.
Se è stato un errore trascinare il rancore politico delle primarie anche durante la campagna elettorale, non sarebbe stato il caso, cara D'Ascenzi che tenti di guidare il gruppo, di dimenticare gli errori e cercare di guidare verso una migliore armonizzazione tra i tre componenti dell'opposizione?
Che dire? O la D'Ascenzi non sa proprio guidare il gruppo oppure persegue il chiaro intento di isolare il consigliere Bellucci in quanto rappresentate in consiglio comunale del Partito Democratico.
Ma questa non è politica, si dovrebbe chiamare in un altro modo...»

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito