il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Politica ::> Fiuggi, Baccarini attacca la sua ex-maggioranza: «Martini ostaggio di vecchie logiche»

Fiuggi, Baccarini attacca la sua ex-maggioranza: «Martini ostaggio di vecchie logiche»

alt FIUGGI -Nella nuova posizione di consigliere di minoranza, l'avv. Alioska Baccarini, delinea con critica l'atteggiamento e la politica sbagliata dell'Amministrazione Martini. Nell'ultima seduta consiliare c'è stato il suo debutto tra i banchi della minoranza, ha tenuto a sottolineare che ha sostenuto il Sindaco Martini quando stava lavorando bene, mentre ora è passato in minoranza perchè non sta lavorando nel modo giusto. Ci può spiegare meglio?"In effetti il gruppo di maggioranza, capeggiato dal Sindaco Martini, ha commesso, ormai da tempo, l'atavico errore di perseguire, frettolosamente e a tutti i costi, obiettivi programmatici senza curarsi degli effetti deleteri, a livello socio-economico, che tale modo di fare potrebbe provocare. Errore questo, che Martini, spinto dalle sempre più pressanti forze politiche della lista - ormai ex civica- di maggioranza e di alcuni personaggi ad essa vicini e che da sempre hanno sposato per propri interessi la logica del più forte del momento, non é stato in grado di evitare. A fronte di tali decisioni della maggioranza e di un modo di fare politica ormai vecchio e deleterio, già in precedenza avevo preso fermamente posizione, essendo, peraltro, tacciato di ignavia dalla Fiuggi Unita con uno slogan inopportuno e privo di contenuti, lontano dai basilari principi di dialettica politica. Proprio in occasione della premessa del mio intervento in consiglio comunale, é stato, dunque, facile replicare a tali assurde insinuazioni del gruppo di maggioranza che, in questa occasione, ha dimostrato le proprie lacune quanto a forma, contenuti... purtroppo non solo politici. Il termine ignavo, infatti, di derivazione dantesca, é stato senz'altro inappropriato nel suo utilizzo e probabilmente più adatto, invece, a quella parte di amministratori che non hanno avuto, e mai avranno, il coraggio di schierarsi facendo valere le proprie idee. Al sottoscritto che, prima ha appoggiato apertamente alcune scelte della maggioranza, essendone stato addirittura uno dei principali artefici, e successivamente ne ha, altrettanto esplicitamente, contestate tal altre, senz'altro il termine ignavo non può competere".
Sembra comunque che c'è un gioco di poltrone, lei e Bianchini dalla maggioranza in minoranza, ed appare evidente che ci sono altri due consiglieri attualmente in minoranza, che sostengono al contrario la maggioranza di Martini. Come giudica questo modo di fare politica?
"Ritengo che oramai ci sia un unico modo di fare politica,perseguendo gli obiettivi programmatici iniziali, adattandoli alle esigenze socio-economiche e, comunque, alle contingenze del momento. Si tratta di una politica semplice e dinamica da perseguire se, peraltro, ci si svincola da una logica clientelare e priva di personalismi e interessi privati. Diversamente, si rischia di restare nell'ambito di una politica statica che da sempre ha caratterizzato la cittadina termale e i cui scarsi risultati sono sotto gli occhi di tutti. L'obiettivo, oggi, é evidentemente quello di eliminare i contenzioni giudiziari in essere, puntando su un progetto sostenibile che riguardi il volano dell'economia fiuggina, ossia l'imbottigliamento delle acque, non dimenticando la valorizzazione dei settori turismo, termalismo, ambiente e paesaggio, risorse che, d'altra parte per Fiuggi sono state sempre motivo di vanto".
In quest'ultimo periodo sono tante le contestazioni rivolte a quest'Amministrazione, anche da parte di cittadini e commercianti: secondo lei ad un anno dalle elezioni amministrative, quest'Amministrazione ha fallito?
"La coalizione di maggioranza ha fallito nel momento in cui ha ceduto a quelle vecchie logiche politiche che da sempre hanno caratterizzato la cittadina termale. Logiche da cui ritengo sia il momento ultimo per sfuggirne. D'altra parte con l'inizio dell'amministrazione Martini si era riusciti nell'intento! Il compito per il sindaco sarà ormai arduo, dovendo prendere atto dell'impossibilità di proseguire nella gestione pubblica di ATF e del ramo termale e, cosa più difficile, scrollarsi di dosso situazioni e personaggi dubbi cui, per "debolezza" politica, ha dovuto ricorrere, ritengo del tutto inopportunamente".
Si sente di dare un consiglio al Sindaco Martini ed alla sua maggioranza?
"Alla luce di quanto detto, consigli per il sindaco Martini e per l'ormai sorda maggioranza credo siano del tutto inutili. Il contributo che io e il gruppo che rappresento possiamo rendere alla cittadinanza tutta sarà quello di impegnarsi in un'opposizione seria e costruttiva, che evidenzi le eventuali lacune e cattive scelte anche pre-elettorali della maggioranza, con contenuti e proposte alternative, sotto lo slogan -questo sì, serio e valido- della "ROTTAMAZIONE"!"

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito