il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Politica ::> Acuto, la candidata a sindaco D’Ascenzi dopo le primarie: «Realizzeremo la volontà di cambiamento»

Acuto, la candidata a sindaco D’Ascenzi dopo le primarie: «Realizzeremo la volontà di cambiamento»

ACUTO - Dopo l’esito delle primarie, che ha visto prevalere Tamara D’Ascenzi di SEL su Achille Bellucci del PD con 261 voti contro 241, abbiamo intervistato la candidata a sindaco che si contrapporrà ad Augusto Agostini di «Progetto Acuto».

A caldo ha prevalso l’emozione: a distanza di due giorni, come vuoi commentare la tua vittoria alle primarie?


Il voto è stato caratterizzato da una grande affluenza e al di là del risultato personale, è stato un grande successo di partecipazione.

Le primarie hanno dimostrato una grande voglia di democrazia, per questo ringrazio tutti gli elettori per aver apprezzato e condiviso questa nostra scelta.

Cosa vi siete detti con Achille Bellucci «il giorno dopo»?
Ci siamo fatti i complimenti a vicenda, è stata una bella partita che, come ho già detto, ha visto la partecipazione di tanti cittadini ed ha fornito un dato certo di volontà di cambiamento. Siamo pronti per ripartire insieme, ascoltare il Paese e trovare le soluzioni migliori per farlo crescere e proiettarlo nel futuro.



Da un punto di vista politico, la coalizione che darà vita alla lista civica è diversa rispetto al passato, con l’inserimento di Fratelli d’Italia alla componente “storica” di SEL e PD.
Come valuti questa novità?

E’ un gruppo ampio, che non si riconosce nell’attuale amministrazione e che ne è rimasto fortemente deluso. La novità sta nel fatto che attraverso lo strumento del dialogo, fondamentale in una democrazia, si ha la possibilità concreta di costruire un’alternativa che rappresenta diversi soggetti politici e non, creando uno spazio di produzione culturale nuova e moderna. In una Comunità piccola come la nostra è necessario ascoltare e valorizzare le differenze e le diverse sensibilità ed esperienze che vi sono presenti, consideriamo un grave errore politico l’esclusione di ogni forma di apporto critico se propositivo e costruttivo.



Con l’ingresso di un partito del centro-destra la differenziazione politica rispetto a «Progetto Acuto» sembra esser venuta meno: quali sono dunque le differenze tra le due proposte?
Io credo che c’è la necessità di costruire una coalizione che abbia la capacità di far convivere la buona politica con la migliore esperienza dell’impegno civico. Sono fermamente convinta che la vera sfida per un’amministrazione innovativa, moderna e di sviluppo per il Paese potrà nascere solamente dalla capacità di saper unire la indubbia forza politica della nostra coalizione necessaria per ricostruire floride relazioni con Provincia, Regione e Stato con il nuovo spirito civico che esprime la società, stufa della eccessiva politicizzazione degli spazi di amministrazione pubblica. Questa è la sfida che è dietro il mio impegno, questo è il motivo della scelta del mio partito di candidarmi alle primarie, questo credo è la chiave del successo di domenica scorsa.

La composizione della coalizione è ormai definitiva o potrebbero esserci novità nei prossimi giorni? Ci sono altre componenti che potrebbero entrare a far parte della coalizione?
La composizione non è ancora definitiva, si inizia la costruzione di ragionamenti politico-elettorali che lascia spazio anche ad altre componenti ma che soprattutto accoglie con entusiasmo il coraggio dell’innovazione. Per dare senso a questo “Cambio di Rotta” così come abbiamo scritto sulla Carta d’Intenti è necessario rafforzare e consolidare gli elementi di novità per creare un nuovo modo di pensare, amministrare ed agire.



E per quanto riguarda il nome, si tornerà all’Orologio o state pensando a qualcosa di nuovo? Cosa?
Il cambiamento politico che abbiamo messo in atto e che è stato premiato dai cittadini nelle primarie dovrà essere necessariamente espresso da un nuovo simbolo e da un nuovo nome. Anche a questo stiamo lavorando in questi giorni e al più presto ne daremo comunicazione.



Rispetto alla composizione della lista, quali sono gli elementi già certi e in che direzione, e con che criteri, state guardando?
 

Le certezze le lasciamo agli altri, noi siamo nella condizione di aprire una pagina nuova, e lo abbiamo dimostrato adottando lo strumento delle primarie, per cui attraverso i criteri della competenza, delle capacita e dell’innovazione formeremo una lista che abbia la forza politica per affrontare i problemi del Paese.

Da un punto di vista programmatico, avete intenzione di presentare proposte specifiche per quanto riguarda l’ex-cava, l’ex-OMNI, il centro storico e gli altri punti qualificanti?
In questo momento si sta aprendo un cantiere partecipato che porterà alla realizzazione finale del programma da presentare in campagna elettorale. Un programma che punta a migliorare la qualità della vita dei cittadini, che risponda alle loro necessità e che garantisca una efficiente amministrazione. Il Comune deve ritrovare la capacità di proposta e di interazione con la Provincia, la Regione e lo Stato perché il recupero della ex-cava e della ex-Omni parte da questi luoghi. Già in campagna elettorale, cercheremo di impegnare il Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, perché il recupero di queste strutture rappresenta una leva per lo sviluppo economico del Paese e il dovere dell’amministrazione comunale è stimolare l’occupazione e rispondere con fermezza alla crisi economica in atto. Chiaramente ogni iniziativa dovrà essere vagliata da tutti i cittadini individuando i luoghi e i momenti nei quali raccogliere idee e sviluppare attraverso il confronto le proposte.

Grazie, allora: ci risentiremo più avanti nel corso della campagna elettorale.

Ultimo aggiornamento Venerdì 11 Aprile 2014 12:41

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito