il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Politica ::> Acuto, elezioni comunali: le considerazioni di un cittadino

Acuto, elezioni comunali: le considerazioni di un cittadino

ACUTO - Riceviamo e pubblichiamo questa mail di Giancarlo Torroni relativa alle imminenti elezioni amministrative per il rinnovo di Sindaco e Consiglio Comunale: «È stata pubblicata recentemente sul sito comunale la relazione di fine mandato, la quale permette di  ripercorrere tutta l’attività svolta dall’Amministrazione  nel periodo compreso tra il 2009 e il 2013 (norme, regolamenti, opere pubbliche ecc.). Si tratta senza dubbio di un documento importante, che costituisce la base da cui partire per impostare qualsivoglia proposta per i prossimi anni. L’attenta analisi della relazione di fine mandato, la ricerca di un riscontro concreto per ogni voce ivi contenuta, lo sforzo di esemplificarne il linguaggio allo scopo di chiarire i passaggi troppo tecnici,  costituisce pertanto un obbligo di documentazione e di divulgazione per tutti coloro che, a vario titolo, intendano partecipare alla prossima competizione elettorale con spirito leale e costruttivo, onde impostare sulla base dei fatti e non di generici proclami, come è d’uso in tali circostanze, la propria campagna elettorale ed il proprio programma di governo.

Da semplice cittadino che, ovviamente, ha le sue simpatie politiche ma che pure è totalmente alieno da quello spirito di fazione al quale gli italiani devono non poche delle loro miserie passate e presenti, mi permetto di esprimere alcune considerazioni  rivolte ai miei concittadini ed in particolare a coloro che si apprestano ad affrontare la campagna elettorale, a qualsiasi lista essi appartengano, dando per scontata la loro buona volontà e cioè che in quelle liste essi siano entrati per amore del bene pubblico e non per calcolo di privati interessi. 

Le considerazioni che mi appresto a fare  riguardano i seguenti punti che mi piacerebbe vedere esposti nei programmi e ancor più realizzati nei fatti:


•    CULTURA ED EDUCAZIONE.  Attuare ogni iniziativa, coinvolgendo Comitati ed Associazioni di cittadini ed ogni altra risorsa umana a disposizione come quella, preziosissima, dei volontari, volta ad accrescere il grado di istruzione e di consapevolezza civile ed ambientale della intera popolazione, in particolar modo negli adulti, sfruttando i numerosi spazi a disposizione della cittadinanza .

•    ASSOLUTA TRASPARENZA.  Impegno da parte dell’Amministrazione ad  indicare nel dettaglio e chiaramente  ogni singola entrata (sia che essa arrivi dallo Stato o dalle tasse comunali o da qualsiasi altra fonte pubblica o privata) ed ogni singola uscita, anche minima.  Tempestiva pubblicazione sul sito del Comune delle voci relative alle entrate ed alle uscite, che devono essere indicate con chiarezza di linguaggio ed evitando i tecnicismi. Pubblicazione dei bilanci preventivi e consuntivi, con gli stessi criteri di chiarezza e trasparenza sopra richiamati. Impegno a tenere  due volte all’anno incontri pubblici per illustrare i bilanci (bilancio partecipato), dando anche la possibilità ai cittadini di porre domande ed ottenere chiarimenti sulle singole voci.

•    APPALTI.  Le gare di appalto per l’assegnazione di opere e servizi pubblici dovrebbero prevedere l’assoluta pubblicità e trasparenza delle procedure. Dovrebbero  essere pubblicati  i costi sostenuti  dall’Amministrazione con indicazione analitica del dettaglio delle voci di spesa.

•    MUTUI.   Sarebbe opportuno un deciso impegno a non contrarre mutui (il mutuo comporta un onere per interessi che ricadrà comunque sui cittadini), a non intraprendere spese superflue o comunque al di sopra delle risorse disponibili, ad estinguere i mutui contratti ed  a costituire un fondo cassa con cui affrontare eventuali emergenze.  Evitare  i debiti fuori bilancio ed insomma comportarsi in ogni circostanza con la stessa cura del buon padre e della buona madre di famiglia.

•    PARTECIPAZIONE. Opere ed iniziative pubbliche di particolare rilevanza dovrebbero essere decise dopo pubblica discussione.  Durante le sedute del Consiglio comunale sarebbe opportuno dare la possibilità ai cittadini di intervenire  sul tema  e porre domande di chiarimento ai consiglieri  su questioni  di interesse collettivo.

Per concludere queste mie considerazioni sarebbe infine auspicabile che tutte le decisioni ed azioni intraprese dalla Amministrazione, qualunque sia la sua composizione politica, si ispirassero alle priorità cosi chiaramente e semplicemente indicate nei principi fondamentali della nostra Costituzione».

Foto: Carlo Proietti.

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito