il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Politica ::> Ferentino, Maddalena (SeL): "Con i soldi dell'aeroporto di Frosinone si risarcisca l'ambiente"

Ferentino, Maddalena (SeL): "Con i soldi dell'aeroporto di Frosinone si risarcisca l'ambiente"

altFERENTINO - Le “ceneri” dell’aeroporto di Frosinone- Ferentino non siano sulle spalle dei cittadini ma su quelle di chi le ha causate.

Con queste parole i l consigliere comunale di Sinistra per il Socialismo europeo Marco Maddalena (SeL) si rivolge in una nota all'amministrazione provinciale di Frosinone e spiega: "L'azione legale di recupero crediti, che il commissario straordinario della Provincia di Frosinone ha avviato nei confronti della Regione Lazio per le somme di denaro anticipate alla Società Aeroporto di Frosinone, appare in straordinaria contraddizione con quanto chiaramente stabilito dalla delibera della Corte dei Conti n.41 del 2011.

Nella delibera della magistratura contabile è affermato che “una società partecipata da una pubblica amministrazione locale che si mantenga in uno stato di protratta latenza operativa costituisce una vera e propria contraddizione ai criteri di efficienza, economicità ed efficacia dell’azione amministrativa, fungendo da mero centro di imputazione di costi, senza generare alcuna ricchezza, e producendo soltanto costi fissi di mantenimento della struttura.”

Per cui la società Aeroporto di Frosinone S.p.A (ADF) è risultata essere “un mero centro di costo, finalizzato a remunerare gli amministratori, il personale dipendente, i collaboratori autonomi, senza mai creare valore aggiunto” . Pertanto, secondo la Corte dei Conti, negli anni dal 2006 al 2009 è del tutto mancato l’esercizio del potere di controllo sulla gestione e sugli organi amministrativi della Società in riferimento, da parte degli Enti locali con quote di partecipazione rilevante ai fini del controllo azionario ( tra cui, in particolare, la Provincia di Frosinone) , quindi è stato sbagliato aumentare il capitale di una Società (ADF) inattiva, che ha prodotto soltanto costi senza mai creare un solo euro di valore.

Per tutto ciò, la Provincia non doveva anticipare le spese sperando nel finanziamento della Regione Lazio, ma doveva invece avviare già da allora quella riflessione sull'utilità del mantenimento della propria partecipazione nella Società ADF ,che l'ha condotta recentemente alla scelta della procedura di liquidazione. E' stato giusto perciò sciogliere l’ organo societario ma è profondamente ingiusto far pagare il prezzo degli errori passati ai cittadini contribuenti.
E' giunto il momento di uscir fuori da questa logica dello scarico delle responsabilità tra Enti locali diversi che conduce infine al pagamento a carico dei contribuenti. Le persone concrete che con azioni ed omissioni hanno determinato i costi debbono essere chiamate al risarcimento a favore della collettività, soltanto in questo modo potrà definirsi conclusa la vicenda ,sbagliata sin dalle premesse e “promesse” , dell' Aeroporto di Frosinone –Ferentino.

Infine, rivolgo un appello al Presidente della Regione Zingaretti per farsi che quelle somme , oggi richieste dalla Provincia, vengano, invece, destinate in azioni ben più proficue per il territorio come la riqualificazione e la bonifica della Valle del Sacco contribuendo così anche alla creazione di nuova occupazione nel settore della green economy".

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito