il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Politica ::> Amministrative 2014, appello di Sara Battisti al neosegretario PD Fabio Melilli

Amministrative 2014, appello di Sara Battisti al neosegretario PD Fabio Melilli

altFROSINONE - "Quaranta comuni che vanno al voto, enti intermedi a rinnovo dei CDA, gestione del servizio idrico, emergenze occupazionali  del servizio sanitario e ambientali, dinnanzi a tutto ciò, nonostante l’impegno dei nostri militanti e dei dirigenti avvenuto in sedi informali di dibattito, è il tempo di costruire una sede politica riconosciuta in modo tale da dirimere scelte che attengono al miglioramento delle condizioni di vita dei cittadini".

Con queste parole, la segretaria uscente del PD provinciale Sara Battisti, ha esordito in una  lettera che chiama all'impegno i vertici regionali dei democratici, e i lsegretario neoeletto Fabio Melilli,  a far sentire la loro voce a proposito delle emergenze della Ciociaria e sulle fasi pre elettorali che si stanno vivendo nei comuni che andranno al voto.

"Ricostruire una sede politica autorevole - spiega la Battisti in una lunga nota - non può voler dire tamponare con soluzioni pasticciate che durerebbero poco, come avvenuto in passato, gettando il partito nel caos all’indomani di una consultazione elettorale.

Credo che si debbano invece affrontare con serietà ed onestà intellettuale le questioni poste in sede congressuale attraverso un confronto vero tra le diverse posizioni in campo e lasciare alla Commissione Provinciale per il Congresso, decidere tempi e modi per eleggere il nuovo gruppo dirigente, attraverso un percorso democratico.

altNon reclamo postazioni, quindi non vi è bisogno di ipotizzare accordi su organigrammi, chiedo che si manifesti un cambio di passo, di rinnovamento profondo dei modi attraverso i quali si determinano le soluzioni.

Sui comuni che vanno al voto, ad esempio, credo che costruire tavoli del centrosinistra di cui si apprende la notizia a mezzo stampa, senza consultare i circoli locali, senza assumere orientamenti in modo pubblico, costituisca un errore. Ogni realtà locale ha la propria storia, personalità che la rappresentano e alleanze possibili da costruire con forze politiche e civiche, non si possono compiere forzature per convenienze elettorali.

A settembre, abbiamo ribadito nell'ultima direzione provinciale, che lo strumento delle primarie per selezionare il candidato Sindaco, restano per noi indispensabili, laddove però non divengono elemento di frammentazione ulteriore. Mi piacerebbe, che questa discussione, venisse affrontata insieme e non singolarmente, perché la riconquista di alcuni comuni è fondamentale, viste le condizioni di precarietà economica e sociale in cui versano.

Per quel che riguarda il rinnovo degli enti intermedi -prosegue poi Battisti -  vorrei discutere dei criteri attraverso i quali alcune nomine vengono selezionate e dell' utilità di questi, senza però assistere ad un dibattito teso a demonizzare un singolo. Colgo l’occasione per dire, ad esempio, che sulla questione relativa ai due consorzi industriali, si dovrebbe aprire un tavolo di approfondimento, che visioni il lavoro svolto in questi anni ed in base ad esso valuti se esista o meno l’esigenza di semplificare costruendone uno solo per tutto il territorio, guardando però al reale interesse delle imprese e dei cittadini e non, anche qui, alle convenienze politiche. 

Ho colto infatti, in alcuni interventi sul tema, solo la voglia di colpire singole persone che hanno ricoperto ruoli di gestione in questi anni.

Dare seguito agli impegni che come Partito Democratico abbiamo assunto nei confronti dei cittadini, durante la campagna elettorale dello scorso anno.

A partire dalle questioni che riguardano il mondo del lavoro, dovremmo spendere le nostre energie nel chiedere con forza un incontro con l’AD Fiat, che dopo aver spostato all'estero sede amministrativa e finanziaria, ancora non ha chiarito che tipo di investimenti e quindi, che tipo di soluzioni si prevedono per lo stabilimento di Piedimonte San Germano. Questo territorio non può perdere altri posti di lavoro, anzi, in un lavoro sinergico tra politica, sindacato, istituzioni bisogna dare soluzioni rapide e indirizzare nel modo giusto quelle che si sono concretizzate, come l’accordo di programma.

Così sulla questione che riguarda la gestione del servizio idrico, ringraziando i nostri amministratori per essere stati presenti all'Assemblea dei Sindaci che si è tenuta mercoledì, ritengo necessario, dato che siamo forza di Governo nel paese, in Regione e al Comune di Roma, trovare una soluzione di lungo periodo, tenendo assieme l’alleggerimento dei costi a carico dei cittadini e le difficoltà degli enti comunali.

Per dare un segnale reale di cambiamento, inoltre, senza avere paura, vi é il bisogno di un forte richiamo ad una rinnovata etica e al pieno rispetto delle regole nella gestione della cosa pubblica, tenendo in considerazione . cita testualmente Sara Battisti - la Relazione del Procuratore generale della Corta di Appello di Roma, Luigi Ciampoli, nella quale viene segnalata una diffusa illegalità negli enti pubblici.

Le differenze di veduta su questioni così importanti sono una ricchezza e non un problema.alt

Per questo continuerò, seppur disponibile ad un confronto, a portare avanti con convinzione le mie idee e a chiedere risoluzione delle criticità emerse, lasciando agli organismi di competenza, senza ingerire, la scelta su come concludere il processo di selezione dei gruppi dirigenti.

Sollecito un’urgenza però sulle elezioni amministrative e credo si possa dare mandato al Segretario Regionale, Fabio Melilli e al gruppo dirigente che domenica 16 marxo verrà incaricato dall'Assemblea Congressuale Regionale, di guidare la Federazione nella determinazione del quadro politico-amministrativo.

Al Senatore Claudio Moscardelli il compito di guidare la Commissione Provinciale per il Congresso, con l’urgenza già segnalata nel documento sottoscritto durante la fase congressuale regionale.

A Claudio il mio personale augurio di buon lavoro cpnclude Battisti -  come alla Commissione Provinciale, ai quali rinnovo la mia collaborazione, come al partito tutto, che ha bisogno di un profondo rinnovamento dei metodi, superando l’idea che si debba per forza lottare contro qualcuno ma imparando a lottare e a portare avanti idee convincenti per costruire qualcosa".

Ultimo aggiornamento Sabato 08 Marzo 2014 18:06

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito