il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Politica ::> Amministrative 2014, il centrosinistra si riorganizza nel nord-Ciociaria: vecchie tattiche per nuovi equilibri

Amministrative 2014, il centrosinistra si riorganizza nel nord-Ciociaria: vecchie tattiche per nuovi equilibri

altACUTO – Metti una giornata insieme, sotto i raggi del primo sole della primavera acutina, lo stato maggiore del centrosinistra provinciale.
Siedi allo stesso tavolo i big del PD il senatore Francesco Scalia e l’eurodeputato Francesco De Angelis, il padre del PSI ciociaro Gianfranco Schietroma e, naturalmente, il “padrone di casa” il deputato di SEL, ed ex sindaco, Nazzareno Pilozzi.

Metti anche che la mattinata non sia proprio pensata come una scampagnata nel cuore della Ciociaria del nord, dopo una settimana passata nei palazzi romani ed europei del potere, per via del fatto che si avvicinano appuntamenti elettorali importanti ad Acuto, ad Anagni, Piglio, Paliano e dintorni. C’è da discutere di candidati sindaco, coalizioni e strategie ma soprattutto di candidature. In alcuni casi le proprie. Con le elezioni europee contestuali alle amministrative e tanto altro, in prospettiva. E in ballo anche qualche incarico ministeriale.
Ecco il quadro a cui sabato scorso ha fatto da contorno il Paese. Onori ed oneri dall’avere un Deputato della Repubblica di queste parti.
Certo è singolare che proprio ad Acuto PD-SEL-PSI tentino un accordo-quadro  (se di questo si è trattato), ovvero nel Comune dove questi partiti si sono presentati divisi alle ultime elezioni. Che stia bollendo qualcosa in pentola in termini di riavvicinamento? O forse è fantapolitica? Forse.
Quindi c’è sul campo il caso di Anagni. De Angelis pare sponsorizzare clamorosamente la candidatura a sindaco più a sinistra, quella di SEL ovvero di Roberto Cicconi, stando almeno a qualche servizio televisivo di network locali, andato in onda proprio sabato scorso, in prima serata: quando si dice “la tempistica”. Mentre invece il suo partito, che ha messo in campo l’ex consigliere comunale dei democratici Aurelio Tagliaboschi, tenta di allargare la coalizione oltre il centrosinistra tradizionale. Come se ne uscirà lo si saprà a breve.
Intanto però l’incontro di Acuto pare abbia sortito l’effetto di fare chiarezza su “chi sponsorizza chi”. In cambio di cosa lo vedremo anche questo a breve.
Poi ci sono Piglio e Paliano. Come ad Acuto si tratta di tornare a governare. I partiti del centrosinistra per le loro enormi divisioni (e contraddizioni) hanno pagato pegno all’ultima tornata elettorale. Consegnando quello che un tempo era chiamato il “quadrilatero rosso” a liste civiche e partiti concorrenti. Forse il faccia a faccia di sabato dei big, nel cuore della Ciociaria, sarà servito proprio a ragionare di questo. Speriamo solo non serva ad accontentare qualcuno. Pare d’altronde che non tutti gli interlocutori presenti abbiano condiviso le proposte sul tavolo.
Fantapolitica? Può darsi, ma con l’avvicinarsi delle elezioni tutto diventa possibile. E soprattutto l’aria fresca di Acuto può suggerire soluzioni inaspettate. Anche ai big.

(Foto: Fabio Agostini)

Ultimo aggiornamento Venerdì 28 Febbraio 2014 08:36

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito