il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Politica ::> Fiuggi Futura attacca la giunta Martini: «Velenosa risposta conferma volontà di alzare tariffe mensa»

Fiuggi Futura attacca la giunta Martini: «Velenosa risposta conferma volontà di alzare tariffe mensa»

FIUGGI - Non si placa la polemica sulle tariffe della mensa comunale che vede contrapposte le posizioni della lista «Fiuggi Futura» ai rappresentanti della giunta guidata da Fabrizio Martini. In una nota diffusa in queste il Coordinamento di Fiuggi Futura afferma: «Serenamente rispondiamo  alle parole come al solito velenose degli assessori Festa e Terrinoni.

La nostra serenità deriva dai fatti. Infatti, basta leggere La delibera di Giunta n. 211/2013 (vedi allegato), con cui si stabiliscono gli indirizzi per l’espletamento della gara per la mensa scolastica, per trovarvi scritto a chiare lettere: “Di dare atto che la copertura economica sarà a totale carico di quanti usufruiranno del servizio stesso senza oneri da parte dell’Amministrazione che sarà solo garante del rispetto del capitolato e della regolare esecuzione della gara.” Gli assessori Festa e Terrinoni risultano presenti e votano favorevolmente. Oggi fanno finta di dimenticarlo. Comunque, come sempre quel che conta sono i fatti e quello in questione determina una novità negativa assoluta: significa che il comune con la suddetta delibera ha deciso di non stanziare più il suo contributo storico e che i costi del servizio mensa saranno a totale carico degli utenti.
Il contributo del comune ha sempre consentito che gli utenti pagassero 4 euro per il primo figlio, 2,80 euro per il secondo e 2 euro per il terzo, già tra le tariffe più alte della provincia. In assenza di tale contributo comunale tutti  gli utenti si troverebbero nella condizione di pagare il prezzo pieno di 4,55 euro a testa. Questo è un fatto che il veleno e le offese contenute nel comunicato di Festa e Terrinoni, sul quale ci riserviamo di adire le vie legali, non possono in nessun modo cancellare.
A  questo, molto semplicemente, ci siamo opposti insieme alle famiglie che usufruiscono del servizio mensa. Questa opposizione ha comportato una retromarcia del comune che uno stile politico sobrio avrebbe ammesso serenamente, senza inventarsi un comunicato pieno di veleno e di accuse infondate. Tuttavia una domanda resta aperta: se le tariffe, come dicono i due assessori, dovevano rimanere le stesse degli anni passati perché nella suddetta delibera 211 si esplicita che il costo è a totale carico degli utenti? Arcani della “alta politica” fiuggina, o più prosaicamente un tentativo abortito?
L’idea a dir poco bizzarra di Festa e Terrinoni, secondo la quale chi si oppone ad atti ufficiali indiscutibili faccia strumentalizzazione politica  non sta in piedi e può essere sostenuta solo da chi non ha altro da dire. In realtà, la Fiuggi Futura si oppone a questa amministrazione e lo fa nel merito delle questioni. Siamo nel merito, infatti, quando denunciamo che con l’attuale Giunta la pressione fiscale (Tarsu, Imu,addizionale Irpef) è cresciuta sensibilmente passando da 5.300.000 euro del 2010 a 7 milioni del 2013, mentre i servizi sono rimasti pochi, scadenti e costosi.

Facciamo opposizione quando denunciamo che le scelte della Giunta Martini hanno comportato il fatto che nel 2013 le vendite di acqua Fiuggi sono passate da 40 milioni storici a 21 milioni. Facciamo opposizione e non strumentalizzazione quando evidenziamo che il canone minerario per il 2013 previsto in 2,6 milioni di euro è stato incassato solo per 200.000 euro, meno del 10%. Facciamo opposizione quando diciamo che a Fiuggi, paradosso dei paradossi, non c’è un assessore al turismo. Facciamo opposizione quando denunciamo che nei 4 anni di Giunta Martini non c’è stato un solo intervento degno di nota per la manutenzione di strade, parchi, marciapiedi. Facciamo opposizione quando denunciamo l’altissimo livello di contenziosi giudiziari in cui è coinvolto il comune.
Questa è la nostra opposizione a cui aggiungiamo le nostre proposte alternative che tutti conoscono. Ma per chi ha pochi risultati positivi da presentare ai cittadini appare conveniente alterare la realtà e sputare veleno su chi si oppone fino a non  considerarlo un avversario politico, ma nemico da abbattere. Tuttavia, i fatti stanno li a consentire di giudicare, come in questo caso della mensa scolastica in cui un’amministrazione lontana dalla realtà socio economica cittadina ha provato ad aumentare i costi per le famiglie, ma non ci è riuscita.
Quanto poi agli equilibri di consiglio citati dai due parlando di mensa, ci limitiamo a dire che questa si che è strumentalizzazione politica dei bambini alla quale non vorremmo cedere se non per dire che il vero fatto da registrare oggi è che due consiglieri eletti con la loro lista non hanno votato il bilancio 2013.

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito