il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Politica ::> Case dell salute, Bianchi (Per il Lazio): "Incontri preliminari non sono conclusi". Annunciata riforma Recup

Case dell salute, Bianchi (Per il Lazio): "Incontri preliminari non sono conclusi". Annunciata riforma Recup

altROMA - "La salute dei cittadini è un tema troppo importante per essere oggetto di polemiche. Deve, invece, richiamare tutti gli attori coinvolti alla massima attenzione e partecipazione alle decisioni".

Queste le parole della consigliera regionale Daniela Bianchi (in foto) del gruppo Per il Lazio che ha così commentato il dibattito di ieri in Commissione salute del Consiglio regionale: "Durante la commissione di oggi - spiega Bianchi - sono giunte importanti rassicurazioni da parte di Alessio D’amato (responsabile ufficio Commissario ad acta del Servizio sanitario regionale ndr) , il quale ha ribadito come gli incontri avviati in queste settimane sul riordino delle strutture sanitarie, in merito al tema specifico delle Case della salute, non siano ancora conclusi.

A questi, seguiranno, infatti, altri appuntamenti sul territorio: il processo di ascolto e partecipazione, dunque, non si è assolutamente esaurito ma vuole proseguire per costruire un quadro più completo sulla riconversione delle strutture situate nella provincia di Frosinone.

D’Amato ha poi fatto il punto sul decreto per lo snellimento delle liste d’attesa - prosegue Bianchi -  un processo lungo e complesso, che avrà come obiettivo finale la parità di accesso ad un servizio sanitario efficiente garantito a tutti i cittadini. E’ intenzione della Regione unificare le prenotazioni pubbliche con quelle offerte dalle strutture  private accreditate, che confluiranno in un unico sistema: il nuovo Recup. In questo modo, le risorse saranno messe a sistema ed utilizzate al meglio, con un conseguente risparmio dei tempi di attesa”.

"Si tratta di riforme complesse la cui  definizione potrebbe portare la soluzione di molte emergenze sanitarie attualmente presenti sul nostro territorio. Per questo, da parte nostra, lanciamo un forte appello al senso di responsabilità congiunto”.

"Le azioni presentate  vanno studiate e condivise con i territori. Il gruppo per il Lazio nelle prossime settimane, quindi, si farà promotore di un’iniziativa che chiamerà a raccolta medici generici, dirigenti e amministratori locali, associazioni, operatori sanitari e cittadini. L'obiettivo è costruire assieme un nuovo sistema sanitario che sappia prendersi davvero cura della nostra provincia". 


 


Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito