il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Politica ::> Regione Lazio, l’associazione Codici chiede un incontro a Zingaretti per confronto con società civile

Regione Lazio, l’associazione Codici chiede un incontro a Zingaretti per confronto con società civile

ROMA - L’Associazione Codici chiede un maggior coinvolgimento della società civile nella definizione delle linee di indirizzo della Regione Lazio. In una nota i vertici dell’associazione spiegano: «In un momento delicato come quello attuale, in cui la crisi economica e sociale imperversa e i cittadini sono costretti ad affrontare maggiori difficoltà, la partecipazione della società civile si profila come una necessità sempre più stringente.

Sono infatti molte le criticità che la Regione Lazio si trova ad affrontare, visto che il territorio presenta diverse problematiche che spesso sembrano diventate strutturali. Si pensi ai disagi che i cittadini sopportano quotidianamente in merito al servizio sanitario laziale, oppure al problema della gestione dei rifiuti, che vede numerosi comitati sul piede di guerra contro la famosa discarica di Malagrotta, o la recente ipotesi di Falcognana. Inoltre si considerino anche le problematiche legate al trasporto pubblico, tra inefficienze e mancanza di  risorse.
È in questo contesto che l’apporto della società civile costituirebbe un’ulteriore risorsa per far fronte alle problematiche descritte. I cittadini che vivono quotidianamente tali difficoltà dovrebbero rappresentare un valore aggiunto nella risoluzione delle problematiche sociali.

Di questo si parla in una lettera inviata dal Segretario Nazionale del Codici, Ivano Giacomelli, al Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, al quale si richiede un incontro con l’Associazione proprio per discutere tali tematiche.

L’importanza della trasparenza delle istituzioni si palesa come essenziale in questo periodo storico: nel momento in cui  i cittadini sono informati su cosa succede all’interno degli organi pubblici, su come vengono gestiti i ruoli di potere e su come funzionano i meccanismi decisionali, possono apportare un rilevante contributo nel percorso di miglioramento della gestione della cosa pubblica.
Un esempio su tutti è quello delle nomine di ruoli direzionali in diversi settori: per garantire la trasparenza delle istituzioni i cittadini dovrebbero venire adeguatamente informati prima delle decisioni, dovrebbero conoscere i criteri di selezione (che dovrebbero essere pubblici) e dovrebbero poter essere in grado di partecipare attivamente ai percorsi decisionali che determinano le singole scelte.

L’evidente difficoltà riscontrata dall’Associazione nel garantire il proprio contributo di partecipazione alla gestione delle criticità del territorio, ha spinto il Codici a rivolgersi direttamente al Presidente Zingaretti chiedendo un incontro che verterà sulle diverse problematiche che attanagliano la Regione Lazio.

Una maggiore partecipazione dei cittadini, una partecipazione che sia reale e concreta costituisce indubbiamente un grande valore aggiunto da non sottovalutare».

Il consigliere regionale del Popolo della Libertà, Adriano Palozzi, ha commentato positivamente l’iniziativa di Codici, con i cui rappresentati ha avuto proprio oggi un incontro: «Vorrei anzitutto ringraziare i rappresentanti del Codici per aver voluto discutere con me delle problematiche che la Regione Lazio deve affrontare nel prossimo futuro, dalla sanità ai rifiuti, fino al trasporto pubblico. Nell'incontro di oggi, ho constatato che la linea politica che sto seguendo da consigliere regionale di opposizione trova diversi punti di contatto con le battaglie che il Centro per i Diritti del Cittadino combatte quotidianamente ormai da anni. Per tale ragione, ho deciso di iniziare con loro una attiva e concreta collaborazione per farmi portavoce e interprete delle istanze dei cittadini della nostra regione».

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito