il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Politica ::> Senato, Scalia interroga Ministro su fondi ex Vdc: "Serve cifra amleno pari a quella revocata"

Senato, Scalia interroga Ministro su fondi ex Vdc: "Serve cifra amleno pari a quella revocata"

altROMA - Francesco Scalia incalza il ministro dello Sviluppo economico Zanonato sulla vicenda della ex Videocolor di Anagni, che interessa circa 1200 lavoratori attualmente in mobilità.
E lo fa con una interrogazione urgente che ieri è stata presentata in Senato. La richiesta è quella di «accelerare la firma dell’Accordo di Programma sul SLL Frosinone-Anagni ed avviare così tutti gli interventi necessari al rilancio economico ed occupazionale dell’area chiedendo inoltre il ripristino delle somme revocate a dicembre scorso a seguito del fallimento dell’ex VDC». Si legge in fatti nel documento presentato in Aula da Scalia: «Stabilire in tempi rapidi e senza indugi la data per la sottoscrizione dell’Accordo di programma per il rilancio economico ed occupazionale dell’area Frosinone-Anagni.

Ad oggi - dichiara Scalia - non abbiamo, nonostante gli impegni presi, ancora notizie certe sulla firma dell'accordo di programma che lo ricordo è un passo fondamentale per il processo di riconversione produttiva del nostro territorio, colpito da una pesante crisi che si è aggravata con il fallimento della ex VDC».
«Mentre la Regione Lazio ha proposto di concorrere alla realizzazione del programma di riconversione industriale impegnando oltre 50 milioni di euro, il MiSE - spiega Scalia - ha fatto sapere di avere a disposizione delle Regioni del Centro – Nord, una dotazione complessiva di 150 milioni di euro sui Contratti di Sviluppo  e che potrebbe, quindi, impegnarsi, per la realizzazione dell’Accordo di Programma sul SLL di Frosinone-Anagni, per una somma non superiore a 20 milioni di euro; tale importo appare però inadeguato per due motivi principali: il primo è che le imprese locali e nazionali hanno manifestato l’interesse ad investire nell’area circa 500 milioni, a fronte di adeguata contribuzione; secondo il MiSE ha revocato circa sei mesi fa un contributo di circa 35 milioni destinati alla ex VDC».
«Con l'interrogazione - conclude Scalia - chiedo di sapere con certezza, anche alla luce dell'approvazione del mio ordine del giorno che impegna il Governo a riconoscere l’area industriale di Frosinone quale area in situazione di crisi industriale complessa, quali provvedimenti il Ministro intende assumere per consentire l’immediata sottoscrizione dell’Accordo di Programma, e se concorrerà alla realizzazione dello stesso impegnando una cifra almeno pari a quella revocata lo scorso dicembre 2012».



Ultimo aggiornamento Giovedì 01 Agosto 2013 12:24

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito