il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Politica ::> Piglio, dalla Colomba dure critiche all’amministrazione Cittadini, Ottaviani: «Vive alla giornata»

Piglio, dalla Colomba dure critiche all’amministrazione Cittadini, Ottaviani: «Vive alla giornata»

PIGLIO - Una seduta consiliare importante quella svoltasi lo scorso 28 giugno a Piglio, per l'approvazione dell'ultimo bilancio di previsione dell'amministrazione Cittadini, considerando che fra meno di un anno si tornerà alle elezioni amministrative. Un Consiglio che ha visto una minoranza, quella dei tre consiglieri della Colomba: Marco Ottaviani, Cristian Scarfagna e Alberto Borgia, molto critica nei confronti dell'azione di questi 4 anni di amministrazione, sollevando osservazioni pungenti circa l'operatività attuata.

Critiche iniziate dopo la relazione del Sindaco sull'approvazione del Piano Finanziario e Tariffe per l'anno 2013 della Tares, dove il consigliere Borgia ha evidenziato come con la Tares ci sarà un'ulteriore penalizzazione per i cittadini, sottolineando poi la mancanza degli allegati citati nella proposta consiliare in esame, a questa critica si è unito anche il consigliere di minoranza di Progetto Piglio Mario Carapellotti. L'Assessore alla Funzione Pubblica Marco Camusi, si è scusato condividendo le lamentele dei consiglieri della minoranza e preannunciando reclami scritti ai funzionari comunali preposti al deposito. I consiglieri di minoranza, non avendo analizzato gli allegati,  hanno preannunciato il loro voto contrario a tale punto all'ordine del giorno.  
«Sarebbe interessante vedere quali provvedimenti intraprenderà l'Assessore Camusi verso i funzionari comunali -commenta il consigliere Borgia- Con amarezza di risultati, ho chiesto poi dei chiarimenti su alcune situazioni importanti investendo l'Assessore all'Urbanistica Manlio Celletti, a dare notizie su che fine avesse fatto il PRG (Piano Regolatore Generale) visto che criticavano la passata amministrazione di averlo riposto in un cassetto e che per loro era una priorità concretizzarlo, ma nulla l'Assessore non risponde. Così come senza risposta i chiarimenti richiesti sulla variante al Piano di Lottizzazione a Valle Sprega, totale silenzio, eppure un assessore con un'importante delega all'Urbanistica ha il dovere di dare risposte alla comunità. Stesso atteggiamento di silenzio quello dell'Assessore ai Servizi Sociali Fabio Falamesca, sottolineando di riconoscere la criticità che attraversano le Pubbliche amministrazioni in questo periodo di tagli e spese, ho chiesto se l'attività dei servizi sociali si limitasse all'utilizzo di lavoratori socialmente utili, notando carenza di punti d'intervento per il sociale sul bilancio, ma niente anche l'Assessore Falamesca, forse l'unico coerente al suo comportamento, visto che in Consiglio Comunale non interviene mai, non dice una parola. Confidando in un intervento dell'Assessore allo Sport Raffaello Ceccaroni, ho chiesto di avere chiarimenti del perché le uniche due squadre di calcio presenti in paese, non possono accedere alla struttura sportiva "G.Fraiegari", considerando l'elevato costo richiesto dal privato per l'utilizzo, ma nulla nessuna risposta.
Un'Amministrazione che guida il paese, ha il dovere verso tutta la comunità di dare risposte, ma  si chiude in un silenzio assordante, che delinea totale incapacità di gestione, capace di fare proclami solo in campagna elettorale».
Il capogruppo della Colomba Marco Ottaviani, da un giudizio politico fortemente critico sul bilancio: «Siamo dinnanzi ormai ad un quadro chiaro, che sottolinea che in questi 4 anni di mandato ormai trascorsi, il Sindaco Cittadini e la sua maggioranza continuano a parlare di "faremo", "realizzeremo". Per loro sono ancora tutte da fare le cose annunciate. La mia è una considerazione negativa su questo bilancio, fortunatamente l'ultimo di questa maggioranza,  per la mancanza di coraggio e fantasia che ha prodotto un bilancio piatto, ragionieristico senza nessuna inventiva e progettualità. Ancora una volta il Sindaco Cittadini, si limita alla lettura di una relazione preparata senza alcuna considerazione, così come per il Piano Annuale e Triennale, il tutto non è che la riproposizione di vecchi piani. Si può dire, che continuano come sempre a governare alla giornata senza un'idea precisa, una sorta di navigazione a vista e non programmata, l'unico aspetto positivo e che stanno per gettare l'ancora, con l'augurio che con le imminenti elezioni non salperanno di nuovo».
In ultima battuta il consigliere Cristian Scarfagna, ha così commentato la seduta consiliare: «Io credo che sia rimasto poco da dire circa il modo in cui questa maggioranza guidi il paese, l'Assessore Camusi preannuncia provvedimenti verso i funzionari comunali preposti al deposito, gli Assessori Falamesca, Ceccaroni e Celletti, non danno risposte a richieste della minoranza su importanti punti e  il Sindaco legge esclusivamente il bilancio redatto, attento a non sbagliare la punteggiatura, allora mi chiedo: chi pensa a questo paese? Come minoranza, abbiamo dimostrato di attuare un'azione politica costruttiva analizzando l'attività amministrativa, che come tutti i cittadini possono osservare, è vuota di contenuti, ma anche di parole, visto che nessuno di loro risponde».

Ultimo aggiornamento Mercoledì 10 Luglio 2013 05:58

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito