il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Politica ::> Fiuggi, contrasti tra Fiuggi Unita e Garofani sulla gestione delle Terme e Guardia medica

Fiuggi, contrasti tra Fiuggi Unita e Garofani sulla gestione delle Terme e Guardia medica

FIUGGI - Botta e risposta tra il consigliere comunale Francesco Garofani di Fiuggi Futura e l’amministrazione di Fiuggi Unita del sindaco Fabrizio Martini. Garofani ha espresso il proprio disappunto per la mancata inclusione all’Ordine del Giorno del consiglio comunale all’interrogazione in merito alla Guardia Medica e del punto «annunciato nel corso dell'ultimo consiglio comunale, sulla gestione delle terme e dei relativi livelli occupazionali».


Scrive Garofani: «Sulle terme, dopo l'interminabile punto discusso nell'ultimo consiglio alla presenza di due consiglieri regionali, mi attendevo l'annunciata delibera da parte della maggioranza che chiarisse definitivamente qual'è la posizione del comune riguardo alla gestione dei parchi termali e alle unità lavorative da impegnarvi.
Questo è un punto chiave. Il sindaco deve chiarirci se è in grado di realizzare l'annunciata riunificazione aziendale o se, invece, è intenzionato a ripiegare su altre soluzioni. Oggi la questione è semplice, pur nella sua drammaticità.
L'azienda che gestisce i parchi termali, per sua stessa ammissione, è in grado di realizzare una gestione mediocre, impegnando solo un numero limitato di unità lavorative. Rispetto a questo la Giunta Martini deve chiarire se è veramente in grado di estromettere l'attuale azienda, senza incorrere in sanzioni giudiziarie, e garantire una gestione economicamente sostenibile. E' venuto il momento dei fatti in luogo delle chiacchiere, soprattutto in rispetto della condizione dei lavoratori termali. Diversamente, se le due condizioni suddette, giudiziaria ed economica, non dovessero essere alla portata dell'amministrazione Martini, allora sarebbe il caso di aprire una nuova fase per garantire il miglior funzionamento possibile dei parchi termali  e per sostenere la vocazione turistica della nostra città».

Giunge a stretto giro di posta la replica degli amministratori di Fiuggi Futura, che contestano l’interpretazione dei regolamenti da parte del consigliere Garofani, e parlano di «strumentalità» in riferimento alle modalità con cui lo stesso consigliere ha scelto di agire.
In una nota di queste ore, Fiuggi Unita afferma: «È risultato inopportuno e strumentale l'inserimento del documento presentato e depositato agli atti della seduta consiliare del 17 maggio us da parte del Consigliere Comunale Francesco Garofani in merito alla situazione della guardia medica. L'argomento, infatti, non era inserito all'ordine del giorno, ma, come altri sollevati strumentalmente dal Consigliere in questi giorni a partire dalla situazione delle Terme di Fiuggi, è oggetto di grande attenzione e prossima definizione da parte dell'Amministrazione Comunale che privilegia la presentazione di atti concreti alla semplice polemica politica.
Altrettanto inopportune sono state le dichiarazioni del Consigliere Garofani circa la presunta mancata applicazione del Regolamento della Conferenza Capigruppo, approvata in data 19.03.2013, poiché la convocazione del Consiglio svolto ieri, presentata in data 30.04.2013 in assenza di interrogazioni agli atti, consentiva comunque ai capigruppo consiliari di richiedere, ai sensi dell'art 2 del citato regolamento, la  riunione della Conferenza dei Capigruppo mediante sollecitazione motivata sottoscritta da parte della metà più uno dei Capigruppo.

L'interpretazione del Regolamento Conferenza Capigruppo fornita dal Consigliere Garofani è stata alquanto incongrua rispetto a quanto effettivamente approvato dai gruppi consiliari presenti in Consiglio e normato all'interno del testo reale.
In base al regolamento, non sussiste l'obbligo di convocazione della Conferenza Capigruppo da parte del Sindaco o del Presidente per la redazione dei punti all'o.d.g., esso diversamente costituisce la base per incentivare i vari gruppi a partecipare nella predisposizione dello stesso, proponendo punti ritenuti centrali per la vita amministrativa e sociale della città. Quest'ultima possibilità non è stata mai colta, fino a questo momento, dalle opposizioni consiliari prive di proposte prorie e concentrate unicamente a sollecitare la maggioranza sul percorso che essa stà già compiendo in applicazione del proprio mandato elettorale.

In riferimento a quanto detto e nel pieno rispetto delle norme vigenti, la Fiuggi Unita ha presentato agli atti della seduta consiliare di ieri una mozione d'ordine ai sensi dell'art. 43 del Consiglio Comunale al fine di ribadire l'esigenza di rispettare le istituzioni senza distorsioni ed evitando inutili strumentalizzazioni».

Il Consiglio di Amministrazione della società Terme di Fiuggi SPA&Golf è stato convocato dal sindaco Fabrizio Martini per il prossimo giovedì 23 maggio per poter esaminare l’andamento del complesso termale. A convocare l’incontro è stato il sindaco di Fiuggi Fabrizio Martini, che intende verificare le prospettive dei due complessi termali, Bonifacio e Anticolana.
Sarà questo il cardine su cui si giocherà il futuro dell’amministrazione e dell’intero comparto produttivo fiuggino: viste le premesse, è facile prevedere un dibattito infuocato.

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito