il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Politica ::> Filettino, De Meis pronto alla sfida elettorale: «C’è bisogno di concretezza»

Filettino, De Meis pronto alla sfida elettorale: «C’è bisogno di concretezza»

FILETTINO - A pochi mesi dalle elezioni comunali in primavera, è certa la candidatura a Sindaco di Paolo De Meis (ex consigliere di minoranza a Filettino) e sembra che l'ex sindaco Luca Sellari che  lo scorso 29 marzo si dimise dopo appena 10 mesi di amministrazione, non avendo più una maggioranza in Consiglio, sia intenzionato a ricandidarsi nuovamente. In quei 10 mesi, prima di giungere alla decisione di sciogliere il Consiglio Comunale, accadde di tutto a Filettino: l'allora sindaco Sellari chiedeva l'indipendenza dallo Stato Italiano per diventare un Principato. Ci fu molto rumore all'inizio per questo progetto, più che altro inteso come una goliardia, tanto che richiamò mass media da ogni parte del mondo, allontanando il paese dai veri problemi che sono presenti tutt’ora e poi cosa è rimasto di tanto rumore? Nulla. È stata la celebrazione dell’effimero. Non si parla più di Filettino se non in senso ironico, in realtà non è stato un investimento promozionale, perchè non è rimasto nulla, il finto castello del Principato è crollato.
«Io credo che prima cosa importante di un amministratore-politico è conoscere la nostra Costituzione -afferma De Meis- perchè un Comune è un ente pubblico riconosciuto dalla Costituzione italiana, dotato di territorio e popolazione, che ha delle precise funzioni da svolgere, in autonomia o in forma associata con altri comuni, ed è amministrato dal Sindaco, dalla Giunta e dal Consiglio Comunale.  In quei 10 mesi di Amministrazione, tutto è parso fuorché ci fosse un Sindaco a Filettino. Si è perso di vista l’obiettivo primario che è quello di risolvere i problemi, di cercare di far vivere meglio le persone, di aiutarle, nel rispetto delle leggi, ad avere una migliore qualità della vita. Si è perso davvero troppo tempo, è ora che a Filettino si ritorni a parlare con concretezza di problemi seri. Il tempo delle favole, dei 4 milioni di euro dalla Regione per Campo Staffi promessi da Franco Fiorito in campagna elettorale, è finito, e credo che tutti se ne siano accorti. I cittadini di Filettino vivono la realtà dei pochi turisti presenti; si aspettava la stagione invernale, ci si preparava per tempo al lavoro che sarebbe arrivato ed invece niente. Se invece di parlare del principato, di litigare continuamente con la Provincia, con i comuni vicini e se invece di mettere i Filettinesi uno contro l’altro, si fossero affrontate le problematiche emergenti come Campo staffi, ora saremmo a parlare di altro. Essendo un paese di montagna, Filettino affronta dei disagi maggiormente accentuati, una volta per tutte vanno risolte le problematiche legate a Campo Staffi, in modo che non si arrivi più agli sgoccioli per avviare la stagione invernale, è importante che i cittadini riacquistino la fiducia che da tempo hanno perso verso l'Istituzione. La coalizione che rappresenterò si propone di ridare a Filettino il suo giusto ruolo all'interno di questa Regione, un'immagine che gli è stata tolta ingiustamente, lavoreremo con intensità, senza fare false promesse, ma impegnando con sincerità le nostre energie, per ridare vitalità e benessere a questo paese».

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito