il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Politica ::> Lazio, la sfida è tra Storace e Zingaretti; il TAR conferma la riduzione da 70 a 50 dei Consiglieri

Lazio, la sfida è tra Storace e Zingaretti; il TAR conferma la riduzione da 70 a 50 dei Consiglieri

ROMA - Dopo la lunga scia di polemiche che ha caratterizzato la definizione della data delle elezioni, conclusasi con l’indizione dell’Election Day per il 24 febbraio prossimo, si vanno ormai delineando con sempre maggior precisione le fisionomie dei contendenti per il rinnovo del Consiglio regionale del Lazio e l’elezione del nuovo Presidente della Regione.
Due le notizie del giorno: da un lato la decisione del TAR del Lazio di confermare il decreto firmato da Renata Polverini che, dando seguito al decreto sulla spending review approvato dal governo Monti, riduce il numero dei consiglieri regionali da 70 a 50; dall'altro il ritorno in campo del leader della Destra Francesco Storace.


Sono stati i sondaggi condotti nei giorni scorsi a decretare il successo di Storace su Beatrice Lorenzin, una figura dalla visibilità molto più bassa, meno nota sul territorio e perciò dalle minori capacità di recuperare il forte svantaggio evidenziato nei sondaggi rispetto al centrosinistra guidato dall’ex-presidente della Provincia di Roma, Nicola Zingaretti.
Nel campo del centrosinistra si è nel frattempo consumata la rottura coi radicali: Zingaretti ha chiesto che non fosse ricandidato nessuno dei consiglieri della presente legislatura, mentre il drappello in origine guidato da Emma Bonino ha rivendicato la propria totale estraneità agli scandali, che anzi hanno contribuito a denunciare. Il consigliere Giuseppe Rossodivita si candiderà quindi come capolista in alternativa alle coalizioni di destra e di sinistra.

Altre polemiche hanno riguardato la candidatura al consiglio regionale dell'esponente PdL ed ex-presidente del Consiglio Provinciale di Frosinone, Sergio Cippitelli, che nei giorni scorsi era stato accolto nella squadra dallo stesso Zingaretti. Dopo le polemiche esplose a seguito della sua repentina presa di distanza dal centro-destra regionale (l'esponente socialista Gianfranco Schietroma aveva escluso la possibilità di salire sullo stesso palco in occasione dei comizi elettorali), Cippitelli ha oggi ufficialmente ritirato la propria candidatura, pur confermando l'adesione al progetto del centro-sinistra.

Al momento e nonostante le polemiche, Zingaretti sembra comunque nettamente favorito con oltre il 40% dei consensi rispetto a poco più del 30% di cui sarebbe accreditato Storace in queste fasi di pre-campagna elettorale. Terzo incomodo il Movimento 5 Stelle, un voto di protesta che al momento raccoglierebbe poco meno del 20% dei consensi.
Ma la campagna elettorale e lunga e potrebbe riservare delle sorprese.

Ultimo aggiornamento Martedì 15 Gennaio 2013 17:22

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito