il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Politica ::> Fiuggi Unita bacchetta Garofani: «Serve più spirito costruttivo; contributo di tutti per voltar pagina»

Fiuggi Unita bacchetta Garofani: «Serve più spirito costruttivo; contributo di tutti per voltar pagina»

FIUGGI - Con un comunicato il gruppo consiliare di maggioranza «Fiuggi Unita» replica alle esternazioni del consigliere Francesco Garofani di «Fiuggi Futura» rivendicando la bontà delle scelte strategiche compiute e invitando a una maggiore costruttività delle critche: «Errare è umano, ma la caratteristica distintiva del Consigliere Garofani sembra essere la perseveranza. Prima la fortissima contrarietà all'accordo chiuso dall'Amministrazione Comunale con Sangemini, allora gestore dell'imbottigliamento, nel 2010. Un'atto che ha consentito di allontanare il dissesto dell'Ente e recuperare alle casse comunali oltre 10 milioni di euro, rivedendo, nel contempo, i contratti capestro malamente costruiti e modificati più volte dalla precedente amministrazione. Dissenso manifestato in quell'occasione non solo con strumenti politici, ma addirittura con un esposto alla Procura delle Repubblica, agli atti del Comune, nel quale erano citati Sindaco e  Vicesindaco.
A seguire, qualche tempo fa, l'assurda dichiarazione che sarebbe stato possibile raddoppiare il canone incassato dal Comune di Fiuggi per la conduzione dell'impianto d'imbottigliamento. Questo non considerando la palese e manifesta incapacità di Sangemini di rispettare gli impegni contrattuali in essere ed immaginando quindi inspiegabili miglioramenti della situazione. Ed infine l'affermazione oggettivamente inesatta che il funzionamento dell'impianto d'imbottigliamento abbia sempre garantito nel tempo la spesa corrente del bilancio comunale. Basta leggere l'entità dei canoni non incassati già dal periodo antecedente il 2006 così come messo in evidenza dalla recente approvazione del bilancio di previsione per toccare con mano una realtà ben lontana da quanto racconta Garofani. Nel mentre, a rincarare la dose, una comunicazione distorta delle tariffe dei servizi sociali a domanda individuale più volte smentita e l'idea assolutamente falsa che il risparmio ottenibile dal nuovo servizio mensa ed il gettito IMU, entrate ancora da concretizzare, siano già disponibili nelle casse dell'Amministrazione.
Da chi si è candidato più volte ad amministrare la nostra città, sempre a costo di sistematiche e laceranti spaccature nel tessuto sociale, sarebbe lecito aspettarsi maggiore distacco ed obiettività. Rinnoviamo quindi l'invito ad un maggiore spirito costruttivo, anche in considerazione del momento difficile che, chiunque sia interessato a rappresentare l'interesse generale, è chiamato ad affrontare libero da pregiudizi. Siamo di fronte a sacrifici indispensabili ed indifferibili, necessari per restituire alla nostra comunità una prospettiva di sviluppo turistico nel segno dell'equità. Paghiamo assieme a tutta la città colpe che non sono di tutti, per lasciare a chi verrà dopo un posto migliore e maggiori opportunità. Serve pazienza e sacrificio e con il contributo di tutti potremo voltare pagina».

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito