il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Politica ::> Giovani Democratici di Frosinone: «Eletti e nominati del PD si dimettano da enti inutili»

Giovani Democratici di Frosinone: «Eletti e nominati del PD si dimettano da enti inutili»

FROSINONE - Presa di posizione dei Giovani Democratici della Provincia di Frosinone sui tagli agli enti locali: il segretario Martina Innocenzi e il Responsabile Informazione Federico Tipusi hanno diffuso una nota in cui invitano i rappresentanti dei PD negli enti intermedi a valutare la possibilità di dimettersi se si rendessero conto di non poter dare concreta dimostrazione dell’utilità del loro lavoro: «La discussione relativa all'accorpamento delle province rientra in quella serie  di misure adottate dal Governo tese a ridurre i costi della pubblica amministrazione noti ai più come costi della politica. Una misura che non condividiamo e che, anziché unire, sta dividendo il paese, da nord a sud. Siamo convinti che prima ancora di eliminare ed accorpare gli enti provinciali bisognerebbe buttare un occhio, come ha detto il nostro segretario nazionale Pier Luigi Bersani alle società partecipate, agli enti intermedi ed ai vari consorzi ai quali sono affidate funzioni che potrebbero svolgere direttamente le province ed i Comuni, evitando un ulteriore sperpero di denaro pubblico per il funzionamento degli stessi.
Comprendiamo la razionalizzazione delle spese ma questa non può e non deve intaccare la capacità di garantire i servizi essenziali ai cittadini: trasporti, edilizia scolastica, istruzione, opere pubbliche, servizi sociali; nel momento in cui questo accade, non si può parlare di razionalizzazione ma di tagli che, anziché ottimizzare e rendere più efficace la macchina amministrativa e di conseguenza la vita dei cittadini, hanno come unico risultato l'erogazione di servizi scadenti e molto spesso assenti.
Crediamo che gli eletti e nominati in tali enti non siano intoccabili e esenti dal giudizio dell'opinione pubblica sul loro operato; pertanto li invitiamo a dare dimostrazione concreta ai cittadini dell'utilità delle proprie attività  oppure si dimettano».

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito