il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Politica ::> Terremoto PdL nel Lazio, Pallone: "A Fiorito rispondono i miei avvocati". Cicchitto:"Non c'è nessuno scontro"

Terremoto PdL nel Lazio, Pallone: "A Fiorito rispondono i miei avvocati". Cicchitto:"Non c'è nessuno scontro"

FROSINONE - Popolo delle Libertà nel Lazio e in Ciociaria al "tutti contro tutti", con l'avvicinamento delle elezioni comunali a Roma che, evidentemente, fa vacillare l'equilibrio ex FI - ex AN su cui il partito si reggeva. I fronti aperti restano molti.

Il primo capitolo riguarda Franco Fiorito. L'ex capogruppo alla Regione Lazio dopo la defenestrazione di luglio non ha digerito l'attacco interno degli ex azzurri del PdL. Prima è andato all'attacco di Mario Abbruzzese, presidente del Consiglio regionale, ciociaro anch'egli, con il quale a dire il vero non c'era granché feeling sin dalle elezioni regionali.

Con un'inchiesta aperta sulla sua gestione dei conti del Gruppo del PdL, Fiorito (corrente Alemanno) si  difende attaccando. E così a mezzo stampa oggi "fa fuoco" anche sul vicecoordinatore del Lazio Alfredo Pallone che ha spiegato: "Non replico alle accuse di Fiorito, ci penseranno i miei avvocati". Intanto alla Pisana è di scena quest'oggi la resa dei conti sulle spese follli di cui in un altro articolo racconta il Corriere della Sera.

L'altro capitolo riguarda il provvedimento in esame domani in Consiglio regionale: ovvero la riduzione dei costi dell'Assise civica, per i quali il presidente Abbruzzese è stato duramente attaccato proprio da Fiorito.

Dopol l'invito della Polverini stessa a tagliare i costi, ora l'aula esaminerà un progetto di riduzione di commissioni e incarichi. Che ci si possa attendere qualche tiro mancino tra co-militanti PdL non è da escludere. Vedremo.

 

Quindi c'è il capitolo della Provincia di Frosinone, dove sembra che il Presidente Antonello Iannarilli sia pronto ad un mini-rimpasto di Giunta, dopo aver rimosso ex AN e esponenti azzurri per non aver ottenuto, nella neonata Giunta comunale Ottaviani del capoluogo, un posto per un suo uomo. Con il Bilancio approvato qualche giorno fa (non senza una lite accesa tra esponenti PdL quasi giunti alle mani)  Iannarilli è pronto a far entrare in Giunta Straccamore (lasciato fuori da Frosinone) e Scaccia. No si sa se anche Trina. Restano ad attendere gli ex AN.

Infine c'è un altro capitolo aperto sta mattina addirittura dal capogruppo del PdL alla Camera dei Deputati Fabrizio Cicchitto il quale ha gettato acqua sul fuoco: "Ci ripromettiamo di intervenire in modo più completo sui problemi politici e programmatici riguardanti la Regione Lazio, il Comune di Roma e le altre province. Non possiamo fare a meno però di escludere che alla Regione Lazio, al Comune di Roma e nelle altre province sia in atto uno scontro fra gli ex di Forza Italia e gli ex di An».

Lo afferma il capogruppo del Pdl alla Camera, Fabrizio Cicchitto, aggiungendo che «se c'è qualcuno che si vuole esercitare in operazioni suicide, noi non lo seguiremo».

«Alle recenti elezioni amministrative - riflette Cicchitto - il Pdl del Lazio è andato meglio della media nazionale, segno che la Giunta Polverini, quella di Alemanno, le giunte comunali e provinciali (vedi Viterbo, vedi Latina e Frosinone) e quelle minori nel loro complesso funzionano e che il partito, pur fra mille difficoltà e anche difetti, tiene. Ciò detto - puntualizza il capogruppo dei pidiellini a Montecitorio - se emergono irregolaritàindividuali esse vanno perseguite in modo del tutto rigoroso,ma non possono fare parte di una lotta politica che altrimenti degenererebbe. D'altra parte - sottolinea - non è certo nel Dna di Forza Italia quello di usare dossier e vicende giudiziarie per il confronto e anche lo scontro politico».

Ultimo aggiornamento Lunedì 10 Settembre 2012 13:48

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

Leggi anche:

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito