il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Politica ::> Incertezze sul futuro dell’Ospedale di Alatri, Scalia: «No ad ulteriori tagli in provincia di Frosinone»

Incertezze sul futuro dell’Ospedale di Alatri, Scalia: «No ad ulteriori tagli in provincia di Frosinone»

ROMA - Interviene in merito alle indiscrezioni sui possibili tagli che potrebbero presto interessare l’ospedale di Alatri Francesco Scalia. In una nota diffusa in serata il consigliere regionale PD afferma: «Vanno subito fugati i dubbi circa il ridimensionamento dell’Ospedale di Alatri. Le vicende degli ultimi giorni circa il futuro del San Benedetto stanno  generando tra i cittadini di Alatri e dell’intero comprensorio allarme e preoccupazione». 
Attraverso un’interrogazione urgente alla Presidente Poverini, Scalia ha chiesto di mettere in atto iniziative volte ad evitare il depotenziamento della struttura di Alatri e a garantire una migliore e più adeguata offerta sanitaria in Provincia di Frosinone. «Non siamo disposti ad accettare ulteriori tagli ai posti letto nella nostra provincia. Il servizio sanitario – continua Scalia - necessita di interventi di riorganizzazione, anche perché le scelte finora adottate non hanno favorito le realtà locali, né offerto agli utenti servizi sanitari adeguati alle esigenze del territorio».
Nell’interrogazione presentata, il Consigliere Scalia punta il dito contro alcuni trasferimenti già avviati, dalla struttura di Alatri a quella di Frosinone, insieme alla riduzione del personale e all’accorpamento di reparti strategici come Ortopedia e Chirurgia.

«Risulterebbe del tutto incomprensibile un ridimensionamento dell’ospedale San Benedetto, dopo gli importanti finanziamenti ottenuti negli anni passati per l’ammodernamento della struttura. Se la strategia della Giunta Polverini è quella di svuotare l’Ospedale di Alatri per poi giustificarne la chiusura, noi la contrasteremo con tutte le nostre forze. Non accetteremo altri saccheggi da questa destra, né ad Alatri, né tantomeno negli altri comuni della nostra Provincia».

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito