il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Politica ::> Fiuggi, Costantini illustra le novità dello Statuto su giovani e partecipazione

Fiuggi, Costantini illustra le novità dello Statuto su giovani e partecipazione

FIUGGI - Giovani e partecipazione. Con una nota il consigliere comunale Elisa Costantini, con delega ai Rapporti con gli organi di partecipazione democratica, spiega nel dettaglio le riforme statutarie recenti, approvate in Consiglio comunale, e apre a tutte le associazioni giovanili per un confronto costruttivo.

Nell' Assise dello scorso 8 maggio -scrive la Costantini - la Maggioranza della Fiuggi Unita ha portato all'approvazione del Consiglio le proposte di modifica dello Statuto Comunale, relative ai principi e agli strumenti da realizzare nell'ambito della partecipazione dei cittadini alla vita amministrativa e politica della città, nel pieno rispetto degli indirizzi programmatici e del mandato amministrativo.

La revisione statutaria si configura come uno dei passaggi fondamentali per proseguire nella costruzione di strutture stabili di concreto coinvolgimento della cittadinanza, nell’ambito dei processi decisionali di governo del territorio. Il primo passo verso l'allargamento della partecipazione - spiega la nota - è stato compiuto nel 2010, con l'istituzione del Consiglio dei Giovani, organo di consultazione e di proposizione delle giovani generazioni, sulle quali la volontà politica deve riporre, al di là di ogni colore, le proprie speranze.

Si è poi proceduta all'approvazione dell'Albo delle Associazioni, volto a ordinare e a valorizzare un tessuto associativo attivo sul territorio, senza il contributo e l'impegno del quale molte attività e servizi alla collettività sarebbero stati irrealizzabili in modo continuativo sul territorio locale.

Le modifiche statutarie si sono rese indispensabili per creare la cornice normativa di principio all'interno della quale l'Amministrazione si impegna a regolamentare le strutture di partecipazione entro la fine dell'anno.

Tali modifiche hanno allargato la base dei titolari del diritto di partecipazione locale, in particolare gli stranieri ed i ragazzi di 16 anni di età, oltre ai soggetti non residenti che esercitano nel Comune attività lavorativa continuativa o titolari di attività commerciali e produttive. Un allargamento straordinario, che apre scenari di dibattito e di confronto nuovi, nel quale l'obiettivo comune di Amministratori e Cittadini deve essere la creazione di un sistema di rete in cui lo scambio di informazioni corrisponda ad un effettivo arricchimento del patrimonio di conoscenze degli individui.

E' stato inoltre riformato l'art. 11 sul referendum cittadino e sono stati introdotti nuovi istituti di partecipazione, quali le consulte di quartiere e la Consulta della Città. Tale riforme sostanziali saranno oggetto di discussione nell'ambito delle Commissioni Consiliari a partire dal mese di settembre, per l'approvazione entro l'anno del Regolamento sulla partecipazione e sul Referendum.

E' un impianto normativo, che garantisce partecipazione, e che funziona nella maniera in cui la Città sappia puntare sul dialogo costante, sull' ascolto e sul confronto motivato da una conoscenza diffusa delle reali esigenze, sull'opportunità di discutere in maniera ragionata e propositiva.

Infine sono stati abrogati gli articoli sul governo dei bambini, attraverso l'approvazione di un unico articolo (art. 23) che prevede l'istituzione del Consiglio dei Bambini e del Consiglio dei Giovani, quali organi comunali stabili e un incentivo alla valorizzazione del sostegno e delle attività dell'associazionismo giovanile negli ambiti socio-culturali e sportivi.

Sollecitando un confronto più costruttivo - prosegue ancora Costantini - e una maggiore collaborazione tra i due organi elettivi, il Consiglio dei Giovani ha espresso parere preventivo positivo all'approvazione delle modifiche statutarie. Lo stesso ha richiesto e ottenuto l'ampliamento del materie nelle quali può svolgere funzione propositiva e consultiva preventiva, ovvero: politiche giovanili e sport, tempo libero e svago, rapporti con l'associazionismo e il volontariato, cultura e spettacolo, turismo ed eventi del mondo giovanile, trasporti e mobilità, ambiente e sviluppo sostenibile, campagne di sensibilizzazione ed educazione civica, pubblica istruzione, assistenza ai giovani ed agli anziani, rapporti con organizzazioni provinciali, regionali e nazionali che operano nel settore delle politiche giovanili.

Crediamo che le politiche di partecipazione democratica siano processi decisionali inclusivi, che non ribaltano le regole della democrazia rappresentativa, ma tendono a potenziarla.

E' un percorso lungo e impegnativo, che non coinvolge solo l'Amministrazione, quotidianamente impegnata a ridefinire gli strumenti di assetto amministrativo di una macchina burocratica indebolita negli anni, ad affrontare con incisione e con senso di responsabilità verso il bene collettivo i problemi strutturali ereditati, a compiere scelte, spesso impopolari, ma comprensibili in termini di prospettiva di più ampio respiro per il rilancio della città.

In riferimento alle proposte della Giovane Italia apparse su Ciociaria Oggi il 22 agosto us, si invitano i giovani del gruppo politico, di cui si coglie lo spirito propositivo, ad un incontro con l'Amministrazione per valutare le loro idee nell'ambito del percorso di partecipazione intrapreso dalla Fiuggi Unita, tenendo presente che le modifiche statutarie già realizzate si muovono in tal senso.

L'Amministrazione può, vuole e deve migliorare sempre più i propri canali di comunicazione - conclude la nota - incentivare maggiormente momenti di partecipazione, ma questo percorso rende partecipe ogni cittadino e ogni forma organizzata, che si impegna, con sacrificio e con senso di responsabilità, a condividere, a discutere, a superare i problemi reali, contribuendo con soluzioni concrete che non lascino spazio a posizioni di principio.”

 

 

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito