il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Politica ::> Agricoltura Lazio, Scalia accusa: "Migliaia di imprenditori esclusi dai contributi europei"

Agricoltura Lazio, Scalia accusa: "Migliaia di imprenditori esclusi dai contributi europei"

FROSINONE - “I fondi europei sono una risorsa fondamentale per l’economia dei nostri territori ed in particolare per il comparto agricolo, ma a causa dell’atteggiamento ambiguo della Regione Lazio, migliaia di imprenditori agricoli sono stati esclusi dai contributi europei”.

Il Consigliere Regionale del PD, Francesco Scalia, attraverso un’interrogazione urgente alla Presidente Polverini, chiede chiarimenti rispetto alla penalizzazione subita da molti imprenditori agricoli del Lazio.

“Si tratta – spiega Scalia – degli imprenditori agricoli non a titolo principale, cosiddetti part-time. La Direzione regionale Agricoltura ha disposto la revoca dei fondi comunitari assegnati loro a causa della tardiva iscrizione alla Camera di Commercio. Un comportamento in evidente contrasto con il protocollo di intesa UE, che prevedeva, invece, la totale esenzione dell’iscrizione alla Camera di Commercio da parte degli imprenditori non a titolo principale”.

L’obbligatorietà dell’iscrizione alla Camera di Commercio per ottenere i fondi comunitari, difatti, riguarderebbe solo organismi collettivi, quali COOP, associazioni, snc, spa mentre i singoli imprenditori agricoli sarebbero totalmente esonerati.

“L’assenza di una precisa interpretazione – continua Scalia - circa l’obbligatorietà di iscrizione alla Camera di Commercio sta determinando confusione tra gli organismi regionali preposti all’irrogazione delle sanzioni amministrative per le violazioni in materia comunitaria e al contempo sta danneggiando le aziende agricole che vedono perdere importanti contributi assegnati loro con decreto e mai liquidati.

Per questo, ho deciso di presentare un’interrogazione urgente alla Presidente Polverini, e all’assessore competente in materia, per chiedere un’accelerazione verso una corretta interpretazione della norma regionale che consenta, evitando inutili discriminazioni tra le varie figure professionali agricole – conclude Scalia - anche agli imprenditori agricoli part-time di poter accedere nuovamente ai contributi dell’Unione Europea”.

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito