il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Politica ::> Anagni, chiusura Ospedale: il Consiglio comunale aperto davanti agli ambulatori. Approvato documento dell'opposizione

Anagni, chiusura Ospedale: il Consiglio comunale aperto davanti agli ambulatori. Approvato documento dell'opposizione

ANAGNI - Un Consiglio comunale aperto, anomalo quanto "caldo" quello di mercoledì mattina.

Anomalo per la sede: si è svolto infatti dinanzi all'ingresso agli ambulatori dell'Ospedale di via Onorato Capo. Caldo per le temperature di questi giorni ma soprattutto per l'argomento cruciale: la chiusura del reparto di Ortopedia e il rischio per nulla scongiurato della chiusura dell'intero nosocomio anagnino.

Buona la partecipazione all'assise civica anche della cittadinanza. Toccante la testimonianza di molti operatori dell'Ospedale che hanno potuto pendere la parola per raccontare lo stato dell'arte, con un nosocomio "non ancora chiuso" ma spesso "tradito e violato" che però riesce a svolgere un eccellente lavoro a servizio della salute degli anagnini e dei cittadini del comprensorio.

Sul fronte politico in definitiva tutta l'assise civica ha votato il documento proposto inizialmente dall'opposizione (nella foto a dx), che impegna Consiglio comunale presieduto dal consigliere Marco Cesaritti e la Giunta guidata dal sindaco Carlo Noto, a "difendere l'Ospedale" anchea costo di "denunce". Vedremo.

Molte le critiche dai banchi del centrosinistra verso l'amministrazione Noto e soprattuto la presidente della Regione Lazio Renata Polverini. Ma parole dure anche verso il capogruppo PdL alla Regione Franco Fiorito. Oltre all'opposizione contro l'ex sindaco si sono scagliati anche dalle fila di Anagni Futura, gruppo che fa parte della maggioranza di Noto, quando il consigliere Enzo Ciprani ha duramente contestato l'operato del suo "alleato" politico di peso.

In definitiva la seduta lascia la sensazione alla maggioranza di centrodestra (nella foto a sx) di aver salvato il salvabile, quanto a buon senso almenno. Al centrosinistra di aver incassato la vittoria politica dell'approvazione di un suo documento. Ai cittadini e al Comitato Salviamo l'Ospedale, che si batte per tenerlo in vita da tempo, la sensazione che il cammino sarà lungo e difficile. Ma che ora, un pò più di prima, la politica sia con le spalle al muro. Non ci sono più alibi insomma.

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito