il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Politica ::> Lazio, Presidente XVIII Comunità Montana Lepini: «Neppure i soldi per gli stipendi»

Lazio, Presidente XVIII Comunità Montana Lepini: «Neppure i soldi per gli stipendi»

ROMA - Riceviamo e pubblichiamo una lettera aperta del Presidente della XVIII Comunità Montana, Loris Talone, in cui denuncia l'effetto dei tagli apportati dalla Regione Lazio sulla gestione di base dell'ente montano: «Con il passare dei giorni la situazione di lenta agonia delle Comunità Montane italiane va piano piano peggiorando soprattutto dal punto di vista economico, in quanto dagli organi centrali non arrivano più neanche i fondi necessari per il normale funzionamento dell’attività amministrativa». Loris Talone, Presidente della XVIII Comunità Montana dei Monti Lepini del Lazio a nome di tutta la sua squadra scrive una dura lettera di denuncia di questo stato di fatto indirizzata ai vertici regionali ed in particolare alla dottoressa Maria Chiara Coletti, nella quale richiede un intervento urgente per fronteggiare al più presto la situazione altrimenti a breve s rischia la paralisi totale. «In riferimento alla Sua nota del 3/04/2012 prot. n. 14856, con la quale  viene comunicato a questo Ente un contributo per spese di funzionamento pari ad Euro 55.861,48,  riferito all'anno finanziario 2012, con la presente, si chiede – si legge in questa Lettera - se tale importo è da intendersi a saldo ovvero  a titolo di acconto, considerato che lo stesso non coprirà neanche la metà delle spese fisse ed obbligatorie necessarie ed indispensabili per il funzionamento di questa Comunità Montana. 
Si chiede inoltre se per l'anno 2011 verrà  ripartito  l’importo promesso dall’Ass.re Cangemi nella riunione del 30/06/2011 c/o la sala Tirreno della R.L.  di 4.500.000,00 in aggiunta a quello  di Euro 2.500.000,00 già liquidato.  Anche tale somma è indispensabile per coprire le spese fisse e obbligatorie e permettere di chiudere il Conto Consuntivo dell’anno 2011.
Se tali importi  - per l'anno 2011 e 2012 - non verranno impegnati dalla Regione al più presto, a favore delle 22 CC.MM., questi Enti  non saranno più in grado di pagare gli stipendi ed emolumenti al personale dipendente. Il fatto che è in corso la discussione presso la XII Commissione del Consiglio Regionale la proposta di L.R. di soppressione delle CC.MM., non esonera la Regione dall’impegno di inserire nel proprio bilancio le Risorse necessarie per permettere alle CC.MM. di fronteggiare le spese indispensabili per il normale funzionamento dell’Ente.  A tal proposito anche le Organizzazioni Sindacali hanno chiesto in data 16/04/2012 un incontro urgentissimo al quale, mi risulta che non è stato dato seguito. Per quanto sopra essendo le Comunità Montane di stretta competenza della Regione si chiede lo stanziamento nel Bilancio Regionale delle somme necessarie per fronteggiare le spese vive di funzionamento comprese quelle relative agli stipendi del Personale Dipendente. In mancanza di quanto sopra declino fin d’ora ogni responsabilità contabile ed amministrativa poiché è  competenza della Regione destinare alle CC.MM. le risorse necessarie dopo che lo Stato ha “azzerato” i propri trasferimenti. 
Nel sollecitare in un Suo intervento in merito, presso gli Uffici preposti e presso gli Organi Politici, ed in attesa di urgente riscontro, si inviano cordiali saluti».

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

Articoli più letti questo mese

Articoli più letti questa settimana

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito