il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Politica ::> Di Pietro scrive a Passera: "Convochi subito vertici Videocon di Anagni"

Di Pietro scrive a Passera: "Convochi subito vertici Videocon di Anagni"

ROMA - Antonio Di Pietro prende carta e penna e scrive al ministro Corrado Passera, affinchè convochi al più presto un tavolo con i vertici della Videocon per scongiurare il fallimento dell'azienda anagnina.

Un interessamento ed un pressing che vede protagonosta il leader dell'Italia dei Valori, così come in passato ha già visto industriarsi altri leader senza però ottenere troppo dai Governi in carica. Vedremo se la missiva dell'ex Pm sortirà un effetto migliore.

Nella lettera a Passera Di Pietro scrive: ''In questo maggio 2012,  dopo sei anni di cassa integrazione, 1300 lavoratori della Videocon di Anagni si apprestano a vivere le battute finali di una vertenza che e' tra le prime in Italia per numero di lavoratori coinvolti.

 

Il 10 maggio ci sara' l'udienza nel corso della quale i creditori dovranno pronunciarsi sul concordato preventivo, ma se non si dovessero verificare le condizioni per proseguire, la Videocon si avvierebbe verso il fallimento''.

Quindi il leader IdV prosegue: ''I 1300 lavoratori Videocon che gia' da anni vivono con la cassa integrazione, non hanno piu' nessun risparmio ed oggi affrontano con disperazione la stangata della tassazione indiretta del Governo Monti.  Lasciarli soli nel baratro del nulla sarebbe la negazione sul campo dei tanti annunci di rilancio economico. In questo momento critico e cruciale sarebbe inammissibile ed inaccettabile.

Il fallimento della Videocon sarebbe una tragedia per i lavoratori e le loro famiglie e rappresenterebbe il fallimento della politica, quella pulita''.

Ultimo aggiornamento Venerdì 04 Maggio 2012 16:51

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

Articoli più letti questo mese

Articoli più letti questa settimana

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito