il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Politica ::> Anagni, PD: "Sequestro di oggi dimostra sede scuola Media non idonea per motivi ambientali"

Anagni, PD: "Sequestro di oggi dimostra sede scuola Media non idonea per motivi ambientali"

ANAGNI - Un sequestro di un impianto di betonaggio nei pressi della scuola Media Vinciguerra. Uno stop da parte dei Carabinieri, nelle scorse ore, che accende la polemica politica.

Come sempre accade quando si parla della scuola Media (nella foto) sita nel plesso dell'Osteria della Fontana.

Sta volta è il Partito Democratico in una nota ad andare giù duro: "Apprendiamo dalla stampa del sequestro da parte dei Carabinieri di Anagni guidati dal capitano Airoldi dell’impianto di betonaggio prossimo alla scuola media Vinciguerra ad Osteria della Fontana. Anzitutto un grande grazie da parte del PD - scrivono i democratici del ciroclo anagnino - al capitano Airoldi ed ai suoi uomini per l’incommensurabile lavoro che stanno svolgendo a tutela dell’ambiente e della sicurezza dei cittadini e del territorio.
Premettendo che non vogliamo strumentalizzare l’operazione dei Carabinieri e lasciando fare il proprio corso alla magistratura, la vicenda ci allarma, ci indigna e ci preoccupa fortemente, soprattutto in quanto ciò che ha determinato il sequestro dello stabilimento è la mancanza di autorizzazioni relative allo smaltimento dei rifiuti industriali. Ciò significa che non esistono certezze in ordine alla salubrità del sito e della zona circostante.
La presenza dell’impianto di betonaggio nei pressi della scuola media Vinciguerra -prosegue la nota del PD - ha sempre preoccupato non solo noi ma anche altre realtà cittadine, comitati e genitori. Nonostante le numerose manifestazioni di contrarietà alla ubicazione della Scuola media Vinciguerra nell’edificio di Osteria della Fontana che si sono susseguite nel corso degli anni, l’amministrazione comunale ha preferito tirare dritto ed ha ritenuto ottima cosa sborsare 17mila euro al mese come canone di locazione ad un privato, quando invece, e come PD lo abbiamo sempre sostenuto, era molto più conveniente utilizzare i soldi pubblici per ristrutturare lo storico edificio della Vinciguerra nel centro storico cittadino.
Ci chiediamo alla luce del sequestro del sito industriale su quali basi e rispetto a quale criteri l’amministrazione comunale ed il sindaco Noto rassicurarono il mondo scolastico e la città sulla salubrità della zona in cui è ubicata la Vinciguerra. Il sindaco ha il dovere morale e politico di rispondere a questo nostro interrogativo che è anche quello di molti cittadini. Lo invitiamo anche a tirare le somme e, quindi, ad adottare le idonee misure per tutelare i giovani studenti.
La vicenda sottolinea l’ennesima scelta irrazionale dell’amministrazione Noto che si dimostr - attaccano i democratici - ancora una volta, inadeguata ed incapace di rispondere alle esigenze dei cittadini. Noto e la sua amministrazione si sono mostrati ancora una volta non all’altezza della situazione, non sapendo fronteggiare le emergenze del territorio. Il sequestro dà ragione a tutti coloro che dubitavano sulla collocazione della Vinciguerra ad Osteria della Fontana, compreso il PD che, al contrario di Noto, dà prova di essere una grande forza di governo, capace, insieme all’opposizione tutta di fronteggiare le emergenze del territorio e di rispondere con scelte e proposte genuine, serie e razionali alle esigenze della collettività anagnina".

Ultimo aggiornamento Mercoledì 18 Aprile 2012 17:25

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito