il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Politica ::> Anagni, dal Consiglio Comunale nuovo compatto no all’impianto TMB; rinvio su ICI

Anagni, dal Consiglio Comunale nuovo compatto no all’impianto TMB; rinvio su ICI

ANAGNI - Un Consiglio comunale ricco di proposte e prospettive programmatiche per il futuro quello che si è riunito martedì 10 aprile presso la Sala della Ragione e che è stato aperto dai ringraziamenti che il sindaco di Anagni, dottor Carlo Noto, ha inteso rivolgere a quanti si sono prodigati per far sì che la città superasse al meglio l’emergenza neve che ha colpito il territorio ciociaro lo scorso febbraio. In apertura è stata inoltre formalizzata la costituzione del gruppo consiliare “Anagni Domani” di cui fanno attualmente parte i consiglieri di maggioranza Alfredo Cicconi, Vincenzo Ciprani e Simone Pace. La massima assise cittadina ha iniziato quindi a deliberare in materia di rifiuti, alla luce del piano regionale approvato il 18 gennaio e pubblicato sul Burl lo scorso 14 marzo. A tal proposito, il sindaco Noto ha presentato un ordine del giorno, ribadendo la totale contrarietà della sua maggioranza «alla realizzazione di un impianto di Trattamento Meccanico Biologico dei rifiuti che possa sorgere nella Valle del Sacco, sia in località Castellaccio o Colle Fagiolara». La minoranza ha invece preferito presentare su tale questione due ordini del giorni distinti, uno a firma del consigliere Tagliaboschi e un altro vergato dal consigliere Alonzi; sulle tre proposte maggioranza e opposizione hanno così deciso di convergere, registrando nei fatti la sola contrarietà del consigliere Romiti. Trattandosi infatti di questioni ambientali, il sindaco Noto aveva auspicato che la massima assise cittadina non si dividesse e che anche l’opposizione collaborasse con la maggioranza per preservare la salute dei cittadini e l’incolumità sia pubblica che privata.
Il terzo punto all’ordine del giorno è stato poi dedicato alla discussione di un documento che il consigliere di opposizione Emiliano Potenziani ha voluto stilare in materia di Affari Generali; trattandosi di una dichiarazione di intenti in favore della città di Anagni, su proposta del consigliere Alessandro Cardinali si è deciso di depurare il suddetto documento dalle diverse considerazioni politiche in esso contenute per ricavarne così un’enunciazione di principi su cui poter in futuro lavorare unanimemente. È stato lo stesso Cardinali a ricordare come l’attività di qualsiasi amministrazione pubblica sia attualmente ostacolata «da una congiuntura economica negativa e che il governo dei tecnici si è rivelato un fuoco di paglia visto che lo spread è tornato a salire».
Nulla di fatto invece per quanto riguarda le maxi cartelle Ici: punti di vista discordanti hanno infatti impedito di giungere a soluzioni condivise. Per questo, l’assise cittadina ha stabilito di riconvocare l’apposita commissione per ridiscutere nuovamente il tema e rivedere la normativa attualmente vigente.

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

Articoli più letti questo mese

Articoli più letti questa settimana

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito