il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Politica ::> D’Aguanno: «Regione Lazio sempre più protagonista in Europa»

D’Aguanno: «Regione Lazio sempre più protagonista in Europa»

ROMA - La Regione Lazio si avvicina ulteriormente all’Europa, con l’obiettivo di esserne sempre più parte attiva e protagonista. Per raggiungere tale traguardo intende esercitare appieno le proprie prerogative ed adempiere al meglio a tutti gli obblighi di competenza regionale derivanti dall’appartenenza dell’Italia all’Unione Europea, inclusa la partecipazione alla formazione degli atti comunitari, attraverso, tra l’altro, l’adeguamento del proprio ordinamento.
«
In tal senso – ha evidenziato il consigliere regionale del Pdl Annalisa D’Aguanno – in seno alla commissione Affari Comunitari ed internazionali, di cui faccio parte, sta proseguendo a ritmo serrato l'esame della proposta di legge regionale denominata "Disciplina delle attività europee e di rilievo internazionale della Regione", promossa dal presidente Gilberto Casciani e dal consigliere Isabella Rauti che ha come obiettivo prioritario la regolamentazione dei rapporti tra Regione Lazio e UE. In particolare – ha aggiunto l’onorevole D’Aguanno - nell’ultima seduta di giovedì 5 aprile sono stati approvati, all'unanimità, gli articoli 7, 8, 9, 10 e 11 che disciplinano, rispettivamente, la legge regionale comunitaria, la sessione europea, il contenuto della relazione informativa annuale della Giunta al Consiglio, la procedura di attuazione in caso di urgenza e le modalità di impugnazione degli atti dell'Unione nelle materie di competenza regionale».
Nel dettaglio, la legge disciplina la partecipazione della Regione alla formazione degli atti dell’Unione europea; l’adeguamento dell’ordinamento regionale agli obblighi derivanti dall’appartenenza dell’Italia all’UE e l’esercizio delle prerogative della Regione derivanti dalla stessa appartenenza; la promozione della conoscenza delle istituzioni, delle politiche e delle altre attività dell’UE presso i cittadini e gli enti locali, anche al fine di favorirne la partecipazione ai programmi e ai progetti promossi dall’UE; lo svolgimento di attività di rilievo internazionale da parte della Regione e la conclusione, nelle materie di propria competenza, di accordi con Stati e di intese con enti territoriali interni ad altri Stati.

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

Articoli più letti questo mese

Articoli più letti questa settimana

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito