il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Politica ::> Filettino, il sindaco Sellari a casa dopo appena un anno. 5 consiglieri si dimettono, ora un commissario

Filettino, il sindaco Sellari a casa dopo appena un anno. 5 consiglieri si dimettono, ora un commissario

FILETTINO - A meno di un anno dalle elezioni amministrative avvenute a maggio 2011, che decretarono la vittoria del sindaco Luca Sellari, si è sciolto ieri (29 marzo) il Consiglio Comunale di Filettino. Le dimissioni contestuali del Vice Sindaco Fabrizio Giacomini, dell'Assessore Gianni Rossi, del consigliere di maggioranza Massimiliano Nardecchia e dei consiglieri di minoranza Paolo De Meis e Luana Testa, hanno avviato la procedura di scioglimento indicata all'art. 141 del Dlgs 267/2000. Secondo infatti la disposizione normativa uno dei casi relativi allo scioglimento del Consiglio Comunale ".....è la cessazione dalla carica per dimissioni contestuali, ovvero rese anche con atti separati purché contemporaneamente presentati al protocollo dell'ente, della metà più uno dei membri assegnati (non computando a tal fine il sindaco)...," considerando che il Consiglio Comunale di Filettino è costituito da 6 consiglieri di maggioranza e 3 di minoranza escludendo il Sindaco, la metà più uno ha sottoscritto le dimissioni dall'assise consiliare.
Dunque finisce la gestione Sellari, con un doppio significato, visto che sfuma anche la favola del Principato. Una scelta difficile quella presa dai tre membri di maggioranza che commentano: «la nostra fiducia è stata più volte violata dall'atteggiamento dittatoriale dell'ex Sindaco, che continuava ad imporre le proprie scelte non considerando democraticamente le posizioni del gruppo di maggioranza, in più il non realizzarsi delle tante promesse di finanziamenti per progetti sponsorizzati in campagna elettorale, mai arrivati,primo fra tutti il rilancio di Campo Staffi».
Significativo il commento di uno dei protagonisti della vicenda il vice Sindaco Giacomini. «Ho scritto a Sellari -commenta Giacomini- che deve cercare in se stesso e non negli altri la causa del perché non è più Sindaco di Filettino, se si è giunti a questa conclusione la responsabilità è tutta sua».  
«Era un finale scritto da tempo -ha commentato il consigliere di minoranza Paolo De Meis- ringrazio i consiglieri di maggioranza per il coraggio assunto, ciò  significa che tengono al bene di Filettino, che in meno di un anno è stato ridicolizzato dall'incapacità amministrativa dell'ex Sindaco Sellari, ogni i cittadini di Filettino hanno riconquistato la propria dignità». «Inizia una nuova fase per Filettino -ha continuato il consigliere di minoranza Luana Testa- e per la prima volta  dopo un anno la comunità filettinese si sente unita, e pronta a ridisegnare il proprio futuro, fatto di concretezza e non di principati».  
Il documento delle dimissioni dei 5 consiglieri, è stato reso noto nella stessa giornata di ieri al Prefetto di Frosinone, e con decreto di scioglimento, adottato dal Presidente della Repubblica su proposta del Ministro dell'interno, in esito appunto alla procedura avviata dal prefetto di Frosinone, si passerà alla nomina di un commissario prefettizio. Il commissario avrà quindi il compito di amministrare l'ente fino all'elezione del nuovo consiglio e del nuovo sindaco, da tenersi nel primo turno elettorale utile previsto dalla legge.

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

Articoli più letti questo mese

Articoli più letti questa settimana

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito