il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Politica ::> Filettino, si dimettono cinque consiglieri. È la fine della Giunta Sellari e forse anche del Principato.

Filettino, si dimettono cinque consiglieri. È la fine della Giunta Sellari e forse anche del Principato.

FILETTINO - È crisi politica al comune dopo le dimissioni questa mattina di cinque consiglieri comunali tre di maggioranza e due di minoranza, tra cui il vicesindaco. Luca Sellari (nella foto) dunque decade da sindaco dopo che contestualmente Fabrizio Giacomini ( Vice Sindaco), Giovanni Rossi (assessore), Massimiliano Nardecchia (consigliere di maggioranza), e i consiglieri di minoranza Luana Testa ( Insieme per Filettino) e Paolo De Meis ( Tre Torri) hanno rassegnato le dimissioni, «con un atto di coraggio» fa sapere Giacomini.

Durissimo infatti l'ex vicesindaco che al telefono avrebbe spiegato a chi gli chiedeva ragione del suo gesto politico: «È questo un atto di coraggio e di grande sfiducia nei politici della nostra Regione soprattutto di Franco Fiorito che aveva promesso mari e monti e della Giunta Polverini, che non ci hanno dato un centesimo per il rilancio turistico di Campo Staffi- dice l’ex vicesindaco Giacomini - in 10 mesi mi sono logorato lo stomaco perché credevo veramente nel rilancio della nostra montagna, invece abbiamo dovuto constatare che sono stati assegnati 20 milioni di Euro per il Terminillo ed a noi neanche un centesimo.
Tanti, anzi troppi politici sono venuti a fare promesse, invece ci hanno lasciati soli ecco perché le dimissioni della maggioranza dei consiglieri comunali, vuole essere un atto di sfiducia non solo riguardo al Sindaco Luca Sellari, ma a tutta la classe politica della giunta Polverini. Che pure avevano assunto impegni precisi”. Poi un lungo pianto al telefono, che interrompe la conversazione».

Che fine farà il Principato, ancora non è dato a sapere, anche perché il principale promotore, appunto l’ex sindaco Luca Sellari, insieme al principe reggente l’Avv. Carlo Taormina, non si aspettava questo colpo, arrivato come un fulmine a ciel sereno, anche perché è stata una decisione presa all’improvviso, e nel momento in cui nella graziosa cittadina vie erano in visita i ragazzi delle scuole primarie di Serrone, Trevi nel Lazio e di altri paesi vicini per una sorta di festa della Montagna scolastica. Adesso il Principato tornerà ad essere una chimera?

Ultimo aggiornamento Giovedì 29 Marzo 2012 22:29

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito